adesso!

Cappelletto Day: nuova Festa Nazionale in arrivo?

Da oltre quindici anni partecipo al Cappelletto Day, unendomi ad un gruppo di amici di una vita esistente da quasi 25 anni.

Il Cappelletto Day consiste nel riunirsi prima del 25 Dicembre in una casa grande e fare tutti insieme i cappelletti, come da antica ricetta mantovana della mamma di Laura, ovviamente deve esserci un padrone di casa disponibile all’invasione.

Laura prepara il giorno prima il ripieno e la pasta dei suddetti, porta la sua Imperia, assolutamente a manovella e si va di “stendi e taglia”!

Ogni anno la gara è quella di farne almeno uno in più dell’anno precedente.

Pasquale si occupa del lesso, lo prepara la sera prima.

La forma del cappelletto è quella del c.d “ombelico di venere“. Creare un cappelletto è arte. Ognuno tenta di farlo assomigliare a quelli di Laura, tutti uguali e perfetti, ma niente…noi altre siamo ben lontane da qualsiasi forma di ombelico.

Ci sono stati anni dove siamo arrivati ad essere 40 persone, ultimamente siamo sotto i 30, qualche defezione, qualche trasferimento e un doloroso addio: il Baffo, ovvero la persona che si occupava di disporli in fila ad asciugare e contarli uno per uno!

A dire il vero da tre anni abbiamo mantenuto il nome dell’evento ma facciamo i passatelli. Lo so, non sembra corretto, ma stiamo tutti invecchiando e i passatelli sono meno impegnativi.

Ogni anno prendo qualcosa per tutti i partecipanti: un addobbo natalizio, in bigliettino, un pensiero. Tipo questo:

L’ultima volta eravamo in 24, si era aggiunta una coppia nuova, con lui credo di non aver scambiato più di un saluto, con lei ho fatto più di due chiacchiere, simpatica, biondina, paciarotta, psicologa…insomma piacevole.

Avevo comprato da un’amica palermitana dei segnaposto in gesso profumatissimi, nessun dolciume è così profumato (Gessetti Confetti & Merletti )! Uno diverso dall’altro, tutti a tema natalizio: alberelli, fiocchi di neve, gufini, babbi natali con doveroso fiocchetto rosso, sui tovaglioli dell’imbandita tavola e tutti, dico tutti avevano capito cosa fossero, meno…

23 persone urlarono all’unisono: FERMA!

Indovinate chi stava addentando un coniglietto?

LA PSICOLOGA.