italy

Coppie su Facebook: come riconoscerle

Facebook ha creato star del web, ha creato un modo di comunicare innovativo, ma ha anche/purtroppo dato vita alle coppie. Sì, alle coppie su facebook.

  1. I CONIUGI

Sono due persone in un’ unica anima, o meglio, account.

Solitamente accade ciò:

-Dai, aggiungimi su facebook!-

-Va bene! –

Cerchi Lucia Adamoli, per tutta la sera ma nulla.

Di Lucia Adomoli nessuna traccia.

-Ma non mi hai ancora aggiunta???-

-Eh lo so, ma non ti trovo, non sei Lucia Adamoli?-

-Si, certo!-

Continuano le ricerche ma nulla e poi…

-AHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH…Scuuuuuuusa! Non mi trovi perché ho l’account in comune con il mio fidanzato?-

– Ah, in che senso?-

-Devi cercare Lucia e Francuzzo PrestoSposi!-

-Ma “prestosposi” è il cognome?-

-Ma no, sciocCa. Perché saremo PrestoSposi, così evitiamo di dirlo ogni volta!”-

– Ah. Capisco”-

Richiesta di amicizia inoltrata.

Richiesta di amicizia inoltrata – annullata.

  1. GLI “ AND I….(iaaaaaa)…..I WILL ALWAYS LOVE YOU (uuuuh)”

Di loro sappiamo tutto, sappiamo così tanto che quando non pubblicano qualcosa per un lasso di tempo che va dalle 2 ore alla mezza giornata, ci assale l’insormontabile dubbio che si siano lasciati.

Anniversari.

Foto.

Viaggi.

Pranzi.

Merende.

Bidet.

Spuntini.

Caffè.

Attimi di convivenza.

Il cane regalato a Natale.

Il gatto a Pasqua.

Il pesce rosso a Ferragosto.

Tavolate con amici.

Tavolate con coppie.

I suoceri.

Litigi.

Riappacificazioni.

Dediche, condite con parole d’amore sublimi e di superiorità, perché è inutile, se siete fidanzati e amate follemente qualcuno, state tranquilli che il loro amore sarà più bello, forte, sincero, fedele , specchio riflesso cadi nel cesso, chi lo dice lo è cento volte più di me, del vostro.

3. I VORREI MA NON POSSO

Sono i liberi ma non troppo.

Sono quelli che mettono le foto insieme ma se vai a vedere lo stato sentimentale: SIGLE.

Non che dici, “ah vbb, lei ha fidanzata con Guglielmo”e lui invece “Single”. Potrebbe fare pensare ad un innocente svista maschile.

Questi no. Sono single ENTRAMBI.

Che poi, il problema fondamentale risiede nel fatto che: se noi, vogliamo chiedere l’amicizia perché lui, diciamocelo, è popo bono andiamo sulla bacheca e:

foto con lei di novembre 2017 e stato sentimentale, aggiornato al 2018,“single” .

Cosa vale di più? La foto di novembre 2017 o il single?

Facebook dovrebbe attivarsi e mandare dei test compilativi in maniera da far capire a i terzi se ce se po’ provà o è già robbba d’artri.

4. GLI ALBANO E ROMINA

“Senti nell’aria c’è giàààààà la nostra canzone di felicitàààààààà”.

Non è tanto una questione di felicità, quanto la fatica che farebbe pure Alfonso Signorini nel capire se stanno assieme o meno.

I loro account facebook sono campi minati, trincee, terre polacche da conquistare.

E’ tutto un alternarsi di massime sullo stare al mondo soli, come un cane San Bernardo abbandonato nella neve dal nonno di Heidi, e cuori. Un sacco di cuori. Solo cuori.

-“Ci vediamo al baretto alle tre?”-

– “ <3”-

-“ Cazzo vuol dire <3?”-

-“ <3”-

-“ok, ma al baretto alle 3?”-

-“ <3”-

-“vbb, tre cuori per dire si, un cuore per dire no”-

-“<3 <3 <3”-

Si cancellano, si richiedono l’amicizia, Lucrezia è sposata con Marco, per poi tornare a:

Lucrezia, situazione sentimentale:vedova.

Ma come??????

Foto di Marco con una Russa bionda ad Ibizia.

Marco, situazione sentimentale: sto cotto.

Ma tranquilli ragazzi, c’è sempre il colpo di scena.

Basta un cuoricione sulla bacheca della nostra Penelope, Lucrezia, che tutto si sistema.

Rimangono in buoni rapporti, poi si fanno causa.

Durante il processo riscoprono di amarsi.

Litigano e dichiarano di essere in brutti rapporti, ma quando la speranza sembrava essere sepolta con mia zia Mariuccia: Lucrezia dichiara “voglio un figlio da Marco”.

Marco smentisce “ grazie ar cielo, so impotente”.

Facebook

30

Facebook ha creato star del web, ha creato un modo di comunicare innovativo ma ha anche/purtroppo dato vita alle coppie.
Sì, alle “coppie su Facebook”.

1. I coniugi

Sono due persone in un’ unica anima, o meglio, account.
Solitamente accade ciò:

“Dai, aggiungimi su Facebook!”
“Va bene!”
Cerchi ‘Lucia Adamoli’, per tutta la sera ma nulla.
Di Lucia Adomoli nessuna traccia.
“Ma non mi hai ancora aggiunta???”
“Eh lo so, ma non ti trovo, non sei Lucia Adamoli?”
“Sì, certo!”
Continuano le ricerche ma nulla e poi…
“AHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH…Scuuuuuuusa! Non mi trovi perché ho l’account in comune con il mio fidanzato?”
“Ah, in che senso?”
“Devi cercare Lucia e Francuzzo PrestoSposi!-
“Ma ‘Prestosposi’ è il cognome?-
“Ma no, sciocca. Perché saremo Presto-Sposi, così evitiamo di dirlo ogni volta!”
“Ah. Capisco”

Richiesta di amicizia inoltrata.
Richiesta di amicizia inoltrata – annullata.

2. Gli “And I… (iaaa)… I will always love you (uuuhhh)

Di loro sappiamo tutto.
Sappiamo così tanto che quando non pubblicano qualcosa per un lasso di tempo che va dalle 2 ore alla mezza giornata, ci assale l’insormontabile dubbio che si siano lasciati.
Anniversari. Foto. Viaggi. Pranzi. Merende. Bidet. Spuntini. Caffè.
Attimi di convivenza. Il cane regalato a Natale. Il gatto a Pasqua. Il pesce rosso a Ferragosto. Tavolate con amici. Tavolate con coppie. I suoceri.
Litigi.
Riappacificazioni.

Dediche, condite con parole d’amore sublimi e di superiorità, perché è inutile, se siete fidanzati e amate follemente qualcuno, state tranquilli che il loro amore sarà più bello, forte, sincero, fedele , specchio riflesso cadi nel cesso, chi lo dice lo è cento volte più di me, del vostro.

3. I “Vorrei ma non posso”

Sono i liberi ma non troppo.

Sono quelli che pubblicano le foto mentre stanno insieme ma se vai a vedere lo “stato sentimentale”: single.
Quindi, se noi vogliamo chiedere l’amicizia perché lui, diciamocelo, è popo bono come dovrebbe comportarsi? Sei single o no?
Facebook dovrebbe attivarsi e mandare dei test compilativi in maniera da far capire a i terzi se ce se po’ provà o è già robbba d’artri.

4. Gli Albano e Romina

“Senti nell’aria c’è giààà la nostra canzone di felicitààà”

Non è tanto una questione di felicità, quanto la fatica che farebbe pure Alfonso Signorini nel capire se stanno assieme o meno.
I loro account facebook sono campi minati, trincee, terre polacche da conquistare.
È tutto un alternarsi di massime sullo stare al mondo soli, come un cane San Bernardo abbandonato nella neve dal nonno di Heidi, e cuori.
Un sacco di cuori. Solo cuori.

“Ci vediamo al baretto alle tre?”
“<3”
“Cazzo vuol dire <3″
” <3″
“Ok, ma al baretto alle 3?”
“<3”
“Vabbè, tre cuori per dire Sì, un cuore per dire No”
“<3 <3 <3”

Poi si cancellano, si richiedono l’amicizia, Lucrezia è sposata con Marco, per poi tornare a: “Lucrezia, situazione sentimentale: vedova
Ma come???
Foto di Marco con una russa bionda ad Ibizia.
“Marco, situazione sentimentale: sto cotto
Ma tranquilli ragazzi, c’è sempre il colpo di scena.
Basta un cuoricione sulla bacheca della nostra Penelope, Lucrezia, che tutto si sistema.
Rimangono in buoni rapporti.
Poi si fanno causa.
Durante il processo riscoprono di amarsi.
Litigano e dichiarano di essere in brutti rapporti ma, quando la speranza sembrava essere sepolta con mia zia Mariuccia, Lucrezia dichiara “voglio un figlio da Marco”.
Marco smentisce “Grazie ar cielo, so impotente”.