adesso!

Finalmente è San Volantino!

sanvolantino

 

Lo so, lo so…

Lui lavora tanto.

Oppure non lavora affatto.

Ti trascura.

Oppure ti sta sempre tra i piedi.

Fa sempre di testa sua e non decide niente. Ha la pancia di un rinoceronte o è maniaco della forma, è troppo tanto o è troppo poco e non è più quello di una volta ed è – ancora! –, quello di una volta, perché alla fine non l’hai cambiato e adesso ti tocca passare San Valentino con un semiritardato che –prima!– era un tamarro bellissimo e ora è un cassonetto dell’umido tatuato.

Io, no.

E penso a te.

Quindi, tu non pensare a lui: pensa a me.

Perché lui stasera ti riserverà i soliti cioccolatini, il solito ristorante finto-figo, le solite frasi, il solito sesso, il solito russìo. Il solito San Valentino.

Io invece, solo per te, ho creato il mio San Volantino ©*.

Guarda nella buca delle lettere.

Dovrebbe esserti già arrivato: preziosa carta in rosa herpes all’aroma di Aria di Pechino. Sarà il mio invito per una notte unica.

Ma anche un pomeriggio o una mattina perché “tu” scegli quando godere del tuo San Volantino (fino a esaurimento scorte).

Portalo con te e raggiungimi nel mio castello incantato.

Non puoi sbagliarti: sopra, c’è scritto ‘Ipermercato’ a caratteri alti 5 metri.

Come in un sogno, le porte si apriranno magicamente da sole.

Dall’etere, colmo d’un volo d’angeli invisibili, pioverà la nostra canzone: Despacito.

Con un sorriso, carezzerò il tuo carrello e dirò: “Posso…?”.

E non aspetterò risposta!

Rapirò il carrello e te, abbrancata a lui, come Khaleesi al drago. E come Khaleesi e il drago volerete tra canyon di scaffali e isole di vini.
Su su, fino all’inizio dell’iper, evitando all’ultimo di schiantarci contro lo Scoglio dei Pelati e, come Khaleesi al drago, dirai: “Minchia, è andata di culo!”.

Ti chiederò il Volantino e tu me lo porgerai, tremante come una vergine.

E inizieremo!

Soli, in mezzo alla pazza folla.

Nove rose rosse del Kenya, con autentica rugiada del Kilimangiaro disegnata sopra.

Un cofanetto a cuore, in esclusiva plastica rosso passione, ricolmo di cioccolato al latte svizzero raffinato (con 3 confezioni, in omaggio la mucca, raffinata anch’essa: non ha zoccoli ma Laboutin).

Ti rivestirò da capo a piedi, con l’abito di Michelle Hunziker alla finale di Sanremo o in perfetto stile charleston oppure detenuta sexy (angolo svendita costumi di Carnevale, solo € 5,50).

Ti avvolgerò in una nube di Eau de Prim’ver, la nuova fragranza Armanni appena arrivata da Taiwan.

Il Figurone: il mio cesto, pensato per te. Strabordante Ostriche di Bretagna per il gusto (in caso esaurimento, telline di Porto Marghera), Carpaccio di Manzo di Manzo di Kobe (se esaurito, di simmenthal), Aragosta Catalana (o 3 gamberetti che parlano spagnolo), Champagne Cristal Roederer (o Tavernello brut).

Sei intollerante? Nessun problema, mia delizia… c’è il cesto Figurino: Robiola Senza (senza lattosio, senza conservanti, senza additivi, senza robiola), Galletta di Riso Imperiale (una), Acqua di Fonte delle Montagne Rocciose (in alternativa, acquedotto municipale IGP).

E via, verso la nostra tavola, allestita con una candida tovaglia nel settore Fiera del Bianco.

Ceneremo lì, i miei occhi a 20 cm dai tuoi.

Se fossi presbite come una talpa, ho anche dei meravigliosi occhiali da vicino, a solo 9,99.

Dopo aver saziato le tue papille, ti farò volteggiare sulle note di Mario Biondi, fatto venire per l’occasione. Proprio lui, sì! Lo so che ti piace. Starà lì, in un angolo, bello, virile, cartonato e a grandezza naturale.

E, come in un sogno, ti ritroverai nel settore materassi.

C’è un memory form, solo per noi.

Ti farò distendere e ti bacerò e il tuo abito da Hunziker o charleston o detenuta si disfarrà sotto le mie dita, come carta colorata (materiale principale) e… sì, hai indovinato.

È il momento del Fuori Tutto.

Potrò essere duro, dolce o piccante (proprio come il pecorino sardo, in offerta a 6,79).

Se invece ami (come dire?) la trasgressione, sono pronto. Il brivido del vero suino da 25,99. E, modestamente, non è il prezzo.

Non so cosa succederà “durante”.

Ma so cosa accadrà “dopo”: 4 spruzzate di propoli.

Dopo tutto quell’ urlare e ansimare, avrai una certa raucedine.

E, mentre sei intenta col propoli, sparirò.

Per lasciarti la voglia di me.

E anche perché, se permetti, avrei altre 7.930 clienti, tutte da servire entro oggi.

Starai pensando: “E chi sei, Babbo Natale?”

Sì. Indovinato.

Cosa credevi facessi, gli altri 364 giorni?

Ti aspetto, amore mio.

 

*l’offerta è valida dalle 06:00 alle 23:59 del 14 febbraio 2018. Offerta riservata a coloro che sottoscrivono la formula Vai Che Ti Voto (prevede l’impegno formale a votare UomoConad). Eventuali reclami possono essere inoltrati esclusivamente di persona presso la sede di Khumjung, Campo Base Everest 1, Nepal dalle 08:30 alle 08:35 del 15 febbraio 2018.