Mia figlia, tra le tante accuse che mi muove, cita una mia certa propensione alla rimozione.

Proprio quella cosa lì che spesso i maschi fanno. Anzi e’ proprio una loro prerogativa: dimenticano, non elaborano.

Date, fatti, personaggi, rimuovono sentimenti così come buttano il sacchetto dell’immondizia. Non tutti, alcuni.

E si vede che ho quest’attitudine maschile.

Sarà pure negativa, ma mi ha permesso di arrivare fin qui viva e relativamente equilibrata.

Dicesi equilibrata quella 55 enne che lavora, bada a se stessa e agli altri, mangia troppo, dorme abbastanza ed ha una vita sociale e di relazione soddisfacente.

Sono sopravvissuta a:

i miei genitori

tutta la famiglia di mio padre, comprese le vicine di casa

il mio ex marito

il mio primo fidanzato da separata

il mio secondo fidanzato da separata

a Gaetano

e a mia figlia.

W la rimozione!

p.s. il titolo lo devo a Gabriella Bertino, che come me, smuove quintali di terra e pazientemente sotterra.[:]