adesso!

Il Prima che diventa Dopo, #andràtuttobene

#andràtuttobene

Prima
Ancora con ‘ste Frecce Tricolori e sottofondo di baraban baraban baraban ban ban ban ban stile “Patrioti di tutta Italia unitevi!”?
Quando metà Italia schifa Mameli più di un herpes genitale pustoloso e l’altra metà canta “stringiamoci a corte” immaginando la sagra di cortile “Aggiungi un posto a tavola che c’è un condomino in piu”?
Per non parlare dei vicini ogni 2×3 sempre a far casino sul terrazzo o con le finestre aperte e la musica a palla, proprio oggi che ho un’emicrania da Guinness?
E ‘sto gruppo Whatsapp di ex compagne sfigate del liceo, che mi notifica più mesaggi che capelli in testa?
Fammi uscire da qui, prima che scriva un collettivo “Mi avete rotto il cazzo! Addio proprio”.
Senza contare quella rompicoglioni della postina che citofona sempre a me come se fossi il Mastro di Chiavi del palazzo, perché ha capito che gli altri sono ovunque ma io sono a casa?
E se facessi un esposto alle Poste?

Dopo
Si, mi sono commossa come la prima volta che vidi
“L’ Annunciazione” di Leonardo da Vinci, anzi piango col moccio, siete contenti Frecce Tricolori e sei fiero di te Goffredo Mameli?
E standing ovation a supercuore a quelli della scala B interni 2-3-4-5-6 più mansarde, per la strimpellata di ieri alle 18 e l’applauso bruciamani di mezzogiorno.
A che ora il prossimo flash Mob raga?
Quando?
Aspettatemi, arrivo subito, devo strisciare fino al cell e pregare 15 ex del liceo di riaggiungermi al gruppo.
Perché mai come ora mi servono i “Ti ricordi stordita?” e quelli del “Quando ci riuniremo, me la farai l’imitazione della prof. di Biologia?
E tu postina puntuale che suoni sempre tre volte solo a me, perché oggi non ti sei ancora fatta viva?
Sono qui appesa al citofono e idealmente al portone a riceverti come meritano le eroine: sorriso, stretta di mano ed honoris causa in
“Continuare a lavorare in pandemia

Perché questo può anche fare una pandemia.
Trasformare un dopo in un prima ed un prima in un dopo.
Da tenere stretto, da mandare a memoria, da marchiarci sul cuore.

Perché se è solo questione di scienza, di tempo, di assenze e di luoghi deserti, probabilmente è anche così che #andràtuttobene cazzo!