adesso!

Siamo tutti Raz Degan con la fame degli altri

Raz-degan-634x356

Tutti dalla parte di Raz Degan, il Sandokan dell’isola dell’Honduras più desiderata dai vip italiani.

Sull’Isola dei Famosi, lui sta facendo la sua Isola: dorme da solo, pesca per sé, cucina esclusivamente per se stesso, si è costruito la sua capannetta, non condivide niente con nessuno…

Tutto questo perché? Perché je stanno tutti sulle palle.

È pacifico che stare su un’isola sperduta nel mare, con personaggi come Moreno, Samantha De Grenet, Dayane Mello e una cantante neomelodica napoletana, non sia semplice.

Ma fermiamoci un momento.

Avete idea delle facce dei sopracitati quando hanno aperto la solita cassetta per vedere quali oggetti avrebbero dovuto utilizzare per la propria sopravvivenza?

Vi prego.

Immaginate Nathaly Caldonazzo, che tira fuori una lenza e un amo, e guarda spaesata Raz Degan costruire un riparo con le foglie di palma.

Lei, che di palma conosce solo l’olio e l’unico amo che conosce è quello di “Amò, che m’hai comprato le scarpe?”.

Nel senso: ok, Raz Degan che si fa la sua Isola. Ma pensava che i suoi compagni di viaggio sarebbero stati Bear Grylls e Eric Young?

Eddai Raz, te lo dovevi n’attimino aspettare.

Che poi, semo tutti boni a dì “Raz Degan è un grande! Perché va contro tutti e tutto e si fa il suo percorso”, “Perché fa bene a fare come fa in mezzo a quella gente lì”…

Ma provate voi, a non detestare uno che da solo riesce a pescare come un peschereccio di Lampedusa, magna e dorme come un pacha e ti da mezzo pesce solo e soltanto se stai per andare al Creatore.

Eddai. Non raccontiamocela.

La verità?… Semo tutti Raz Degan con la fame dell’artri.

Raz-degan-634x356

Tutti dalla parte di Raz Degan, il Sandokan dell’isola dell’Honduras più desiderata dai vip italiani.

 

Sull’Isola dei Famosi, lui sta facendo la sua Isola: dorme da solo, pesca per sé, cucina esclusivamente per se stesso, si è costruito la sua capannetta, non condivide niente con nessuno… Tutto questo perché? Perché je stanno tutti sulle palle.

È pacifico che stare su un’isola sperduta nel mare, con personaggi come Moreno, Samantha De Grenet, Dayane Mello e una cantante neomelodica napoletana, non sia semplice.

Ma fermiamoci un momento.

Avete idea delle facce dei sopracitati quando hanno aperto la solita cassetta per vedere quali oggetti avrebbero dovuto utilizzare per la propria sopravvivenza?

Vi prego.

Immaginate Nathaly Caldonazzo, che tira fuori una lenza e un amo, e guarda spaesata Raz Degan costruire un riparo con le foglie di palma.

Lei, che di palma conosce solo l’olio e l’unico amo che conosce è quello di “Amò, che m’hai comprato le scarpe?”.

Nel senso: ok, Raz Degan che si fa la sua Isola. Ma pensava che i suoi compagni di viaggio sarebbero stati Bear Grylls e Eric Young?

Eddai Raz, te lo dovevi n’attimino aspettare.

Che poi, semo tutti boni a dì “Raz Degan è un grande! Perché va contro tutti e tutto e si fa il suo percorso”, “Perché fa bene a fare come fa in mezzo a quella gente lì”…

Ma provate voi, a non detestare uno che da solo riesce a pescare come un peschereccio di Lampedusa, magna e dorme come un pacha e ti da mezzo pesce solo e soltanto se stai per andare al Creatore.

Eddai. Non raccontiamocela.

La verità?… Semo tutti Raz Degan con la fame dell’artri.