adesso!

Stefania Pucciarelli e mille altre pazze nomine

pucciarelli

L’antefatto

Dopo soli 3 mesi dalle elezioni, il 1 giugno 2018 si è insediato il governo del cambiamento.

Questo, per mandare alla parata del 2 giugno il PdC3 (Presidente del Consiglio numero 3) Giuseppe Conte con un bell’abito nuovo. Che s’era perso lo scontrino e riportarlo indietro non si poteva.

Conte, dico, non l’abito.

 

Intanto il PdC1 (Salvini) e il PdC2 (DiMaio), sfiniti, tiravano il fiato per qualche ora.

Sfornare una cazzata al giorno è un lavoro duro, figuriamoci se nel frattempo devi anche creare il governo perfetto.

Provateci voi, saputelli rosikoni, a trovare per la Salute una favorevole ai vaccini ma non del tutto favorevole all’obbligo di vaccinazione.

Per l’Istruzione, un insegnante di educazione fisica delle medie.

Per la Famiglia, un mezzo nazista che detesta i gay.

Per i Trasporti, un impiegato dell’ufficio sinistri.

Ma PdC1 e 2 sapevano perfettamente che non sarebbe finita lì.

Ogni Stato, per funzionare al meglio, necessita di mille cariche meno prestigiose ma dannatamente utili.

“Bisogna mettere le persone giuste ai posti giusti” disse Salvini.

“Occhei” disse DiMaio “Ma poi lo faressimo il taglio ai vitalizzzi? E devo pure schtoppare la Tap”.

“Fidati” rispose Salvini.

 

Il fatto: Stefania Pucciarelli

Stefania Pucciarelli è un’elegante signora ligure, leghista della prima ora, che ha una motocicletta, un cane e un processo in corso per istigazione all’odio razziale (dopo aver messo un like a un post che recitava “vogliono la casa popolare, un forno gli darei”).

La signora qualche giorno fa ha anche detto trionfante:

“Finalmente nel campo rom di via Gragnola, a Castelnuovo Magra, sono ritornate le ruspe”.

Insomma, si sono chiesti Salvini e DiMaio, a una razzista così sfegatata che cosa gli facciamo fare?

Ma è ovvio!

Presidente della Commissione Diritti Umani.

Che altro?

Ma vediamo tutte le nuove nomine del governo Salvini/DiMaio/Conte.

 

Le nomine

Commissione Diritti Umani – Stefania Pucciarelli

Commissione per la Semplificazione – Diego Fusaro

Commissione per la Cultura – Saluta Ndonio

Commissione per l’Accoglienza ai Migranti – Luca Traini

Commissione d’Inchiesta sulle mafie – Matteo Messina Denaro

Commissione per l’Infanzia – la Mamma di Cogne

Commisssione per la Trasparenza del Commercio – Wanna Marchi

Commissione sui Conflitti d’Interesse – Silvio Berlusconi

Comitato per la Pacifica Risoluzione delle Vertenze – Chuck Norris

 

Aahahahahah, scherziamo, naturalmente: Chuck Norris non può, è americano!

E poi è ovvio che queste cariche siano finte.

Sarebbe come mettere uno come Foa, filorusso e creatore di fake news, a capo della Rai.

…………………………ok, ho sbagliato esempio…

 

Leggi anche  #madamintoo