Quando Christian Grey pronunciò

io non faccio l’amore.

Io scopo.

FORTE

non stava affrontando una quarantena in Italia a casa da solo.

Calcolando che vige l’arte dell’arrangiarsi possiamo tranquillamente dire che, anche per il sesso, ci siamo rimboccati le maniche senza fare troppe storie.

Se da un lato il corona virus ha limitato il nostro vivere, dall’altro il Karma ci è venuto incontro.

In questo caso il Karma ha un nome:

PORNHUB

Pornhub non solo è uno dei siti pornografici gratuiti più cliccati al mondo ma è anche un benefattore, infatti, dal 12 marzo, esattamente il giorno dopo l’annuncio della quarantena nazionale, ha offerto la sezione “premium” gratuitamente a tutti gli italiani.

Quello stesso giorno Pornhub ha aumentato le visite del 57%.

Avete visto che picco? Ecco, in questo 57% di italiani ci siamo anche noi, noi donne.

Noi donne guardiamo video porno.

Noi donne ci masturbiamo.

Noi donne ci masturbiamo guardando video porno.

Nel 2020 il porno, per noi donne, non è più considerato un tabù. Non sono io a dirlo ma i dati: in Italia il 29% dell’utenza su Pornhub è tutta al femminile. E il numero è in costante aumento.

La differenza sostanziale, quando si parla di pornografia, tra uomini e donne sta nella scelta del porno da guardare.

I numeri sono così aumentati che la categoria friendly with female, dedicata al pubblico femminile, è stata sostituita da“popular with women”.

Ebbene sì, cari amici dal testicolo effervescente, voi riuscite ad essere semplici anche nella scelta del porno.

Noi donne no. Noi donne riusciamo ad essere dolcemente complicate anche quando cerchiamo

UOMO CON GRANDE CAZZO MI RIBALTA COME IO RIBALTO CASA QUANDO NON TROVO LE CHIAVI DELLA MACCHINA.

Noi donne in un porno ricerchiamo noi stesse. A dirlo non sono io ma un’inchiesta del New York Magazine diretta dalla giornalista Maureen O’Connor.

Se prima le donne guardavano un video porno a scopo puramente “didattico” (es: trovare nuovi spunti, ispirazione per sedurre o invigorire il rapporto con il proprio compagno, ecc..) ora il fine è puramente sessuale

In un video porno una donna vuole vedere una raffigurazione sempre più vicina di se stessa. E lo fa cercando elementi che possano raffigurare le sue passioni: “Spesso le donne cercano dei temi molto specifici sui siti porno, come pantaloni da yoga, o yoga nudo” rivela la O’Connor.

Praticamente cercare un video porno su internet è come andare al supermercato, senza coda e mascherine.

Entri, scegli il prodotto, lo consumi e ciao. Un giorno puoi aver voglia di cornetti con la nutella il giorno e il dopo del panino con la mortazza.

Nessuno ti vede. Nessuno ti giudica.

Il video porno ha la capacità di farti sentire sessualmente libera.

Libera di pensare e di godere in un luogo dove i desideri non sono socialmente inaccettabili.