rubriche

Le delfine sono delle gran troie

delfini

delfini

delfiniQuanto sono belli i delfini? Belli, intelligenti e persino simpatici. Hanno un linguaggio articolato e complesso, fatto non solo di suoni ma anche di movimenti del corpo. Si dice che per intelligenza siano secondi solo all’uomo.
I delfini.
Le delfine, no.
Le delfine sono delle stronze.

Stronze e promiscue. Le delfine fanno sesso con chiunque si pari loro davanti. È per questo che possiamo considerarle delle troie.

Almeno questo è quello che ho capito guardando un documentario sui delfini, in cui uno scienziato (scienziato perché uomo di scienza e quindi ricercatore della verità, immune da pregiudizi e imposizioni religiose… sì, come no…) spiegava che le delfine si accoppiano con il maggior numero di maschi perché sono zoccole.
Ovviamente non ha usato questo termine, ma ha detto che sono “promiscue“.
Ora, cercando nel vocabolario, si troverà che promiscuo significa “caratterizzato dalla compresenza di elementi e funzioni diverse”, ma lo scienziato di cui sopra l’ha intesa con quella sfumatura anni ’50 di zoccola.

Mi era venuta voglia di cambiare canale, per fortuna non l’ho fatto perché ecco arrivare una luce nel buio tetro del bieco oscurantismo maschilista: la motivazione.
Eh già, le delfine hanno un ottimo motivo per far sesso con più maschi e sono i maschi stessi.
Sì, perché i delfini sono secondi solo agli uomini non solo come intelligenza ma anche come crudeltà per tornaconto: i delfini maschi vogliono fare sesso a qualunque costo (e sottolineo a qualunque) e non esitano a uccidere il cucciolo della femmina che hanno addocchiato a meno che non ne siano il padre. Boom! Ecco l’ottima ragione.

Immagina di essere una delfina, madre di un cucciolo di delfino (ma quanto può essere carino?!) e di ritrovarti ad avere a che fare con un numero imprecisato di maschi che vogliono fargli del male. Che fai? Non puoi batterli tutti. Se non con la tua intelligenza. E allora adotti l’unica strategia che ti permetterà di proteggere tuo figlio: fai credere a ognuno dei maschi che ti si para davanti di essere il padre del tuo cucciolo.

In fondo ad almeno uno di loro avrai detto la verità…

 

 Quanto sono belli i delfini? Belli, intelligenti e persino simpatici. Hanno un linguaggio articolato e complesso, fatto non solo di suoni ma anche di movimenti del corpo. Si dice che per intelligenza siano secondi solo all’uomo. I delfini. Le delfine, no. Le delfine sono delle stronze. Stronze e promiscue. Le delfine fanno sesso con chiunque si pari loro davanti. È per questo che possiamo considerarle delle troie.

Almeno questo è quello che ho capito guardando un documentario sui delfini, in cui uno scienziato (scienziato perché uomo di scienza e quindi ricercatore della verità, immune da pregiudizi e imposizioni religiose… sì, come no…) spiegava che le delfine si accoppiano con il maggior numero di maschi perché sono zoccole. Ovviamente non ha usato questo termine, ma ha detto che sono “promiscue”. Ora, cercando nel vocabolario, si troverà che promiscuo significa “caratterizzato dalla compresenza di elementi e funzioni diverse”, ma lo scienziato di cui sopra l’ha intesa con quella sfumatura anni ’50 di zoccola.

Mi era venuta voglia di cambiare canale, per fortuna non l’ho fatto perché ecco arrivare una luce nel buio tetro del bieco oscurantismo maschilista: la motivazione. Eh già, le delfine hanno un ottimo motivo per far sesso con più maschi e sono i maschi stessi. Sì, perché i delfini sono secondi solo agli uomini non solo come intelligenza ma anche come crudeltà per tornaconto: i delfini maschi vogliono fare sesso a qualunque costo (e sottolineo a qualunque) e non esitano a uccidere il cucciolo della femmina che hanno addocchiato a meno che non ne siano il padre. Boom! Ecco l’ottima ragione.

Immagina di essere una delfina, madre di un cucciolo di delfino (ma quanto può essere carino?!) e di ritrovarti ad avere a che fare con un numero imprecisato di maschi che vogliono fargli del male. Che fai? Non puoi batterli tutti. Se non con la tua intelligenza. E allora adotti l’unica strategia che ti permetterà di proteggere tuo figlio: fai credere a ognuno dei maschi che ti si para davanti di essere il padre del tuo cucciolo.

In fondo ad almeno uno di loro avrai detto la verità…