italy

Il principe azzurro non esiste

principe azzurro

Ecco l’ennesimo articolo su uomini che mollano le donne, scritto da una donna mollata, per donne che sono state mollate. Lo state pensando, ammettetelo.
E fate bene, perché è esattamente così. (Quanto vi piace sentirvi dire che avete ragione?) Ma sapete che vi dico? Chissà che questa volta uno dei tanti cuor di leone in circolazione non spenda qualche minuto della sua vita a leggere quello che ho, che abbiamo, da dire e risparmi un po’ di sofferenza alla sua principessa di turno. Si sa, la speranza è l’ultima a morire.
E adesso lanciamoci in una breve lista (devo avere un problema con gli elenchi puntati, ma di questo parleremo un’altra volta) delle tipologie più diffuse di principi dei nostri giorni.

  • IL TIPO SENSIBILE: lui, si sa, è dolce, gentile, tendenzialmente del segno zodiacale dei Pesci e con un’indole pacata e tranquilla. Non fa mai colpi di testa salvo per amore. Come quando tu sei al mare a chilometri di distanza e lui decide di lasciarti con una telefonata che ti fa rimanere letteralmente senza parole. Eric e la Sirenetta possono solo guardare.
  • L’AUDACE: lui è bello, forte e coraggioso. Ti conquista con la sua determinazione e caparbietà. Quello che vuole, lo ottiene sempre, che sia la figlia di un importante personaggio politico o una contadinella di Casalpusterlengo. Per te è disposto a superare le prove più spinose, ma guai ad abbassare la guardia. Mentre dormi sonni tranquilli, potresti non sentire il bip della notifica di Facebook che ti informa che Filippo è passato da [IN UNA RELAZIONE COMPLICATA] a [FIDANZATO CON LA STRONZA DEL CASTELLO ACCANTO].
  • IL MISTERIOSO: di lui ci piace soprattutto lo sguardo. È il tipico uomo dal passato oscuro, solitamente nasconde uno spirito ribelle e il tatuaggio di un teschio su un piatto di carbonara in memoria della sua fase punk. Grazie a te e al tuo amore ha subito un cambiamento radicale ed ora è totalmente irriconoscibile agli occhi di amici e parenti. Tu sei la luce dei suoi occhi, lo hai fatto redimere e gli hai permesso di imparare ad esprimersi liberamente. Così tanto che, per dirti che è finita, ti rutta in faccia dopo una cena al McDonald’s sotto casa, lasciandoti sola con un pungente odore di cipolla e la convinzione che, sotto sotto, sia rimasto la bestia che era.
  • IL BELLO E IMPOSSIBILE: lui è il tipico rubacuori, ha tutte le armi necessarie per far cadere le donzelle sole e impaurite: sguardo che conquista, capelli fluenti e fisico da atleta. Ci fa sognare in grande, ci fa vedere il mondo portandoci via dalla nostra vecchia torre di brutte esperienze e vecchi ricordi, ci promette una vita da regine… salvo poi lasciarci durante una cena a lume di candela prima di arrivare al dolce e con il conto da pagare. Ladro.
  • L’UOMO PERFETTO: credevate che non esistesse? Ricredetevi, signore. Se avete colto le citazioni dei punti precedenti, non vi sarà difficile scovare l’uomo dei vostri sogni. Basterà cercarlo tra i principi di cartoni animati più recenti, come Frozen, Ribelle, Oceania. Come dite? Lì non ci sono principi?
    Appunto.

 

 

principe azzurro

Ecco l’ennesimo articolo su uomini che mollano le donne, scritto da una donna mollata, per donne che sono state mollate. Lo state pensando, ammettetelo.
E fate bene, perché è esattamente così. (Quanto vi piace sentirvi dire che avete ragione?) Ma sapete che vi dico? Chissà che questa volta uno dei tanti cuor di leone in circolazione non spenda qualche minuto della sua vita a leggere quello che ho, che abbiamo, da dire e risparmi un po’ di sofferenza alla sua principessa di turno. Si sa, la speranza è l’ultima a morire.
E adesso lanciamoci in una breve lista (devo avere un problema con gli elenchi puntati, ma di questo parleremo un’altra volta) delle tipologie più diffuse di principi dei nostri giorni.

  • IL TIPO SENSIBILE: lui, si sa, è dolce, gentile, tendenzialmente del segno zodiacale dei Pesci e con un’indole pacata e tranquilla. Non fa mai colpi di testa, salvo per amore. Come quando tu sei al mare a chilometri di distanza e lui decide di lasciarti con una telefonata che ti fa rimanere letteralmente senza parole. Eric e la Sirenetta possono solo guardare.
  • L’AUDACE: lui è bello, forte e coraggioso. Ti conquista con la sua determinazione e caparbietà. Quello che vuole, lo ottiene sempre, che sia la figlia di un importante personaggio politico o una contadinella di Casalpusterlengo. Per te è disposto a superare le prove più spinose, ma guai ad abbassare la guardia. Mentre dormi sonni tranquilli, potresti non sentire il bip della notifica di Facebook che ti informa che Filippo è passato da [IN UNA RELAZIONE COMPLICATA] a [FIDANZATO CON LA STRONZA DEL CASTELLO ACCANTO].
  • IL MISTERIOSO: di lui ci piace soprattutto lo sguardo. È il tipico uomo dal passato oscuro, solitamente nasconde uno spirito ribelle e il tatuaggio di un teschio su un piatto di carbonara in memoria della sua fase punk. Grazie a te e al tuo amore ha subito un cambiamento radicale ed ora è totalmente irriconoscibile agli occhi di amici e parenti. Tu sei la luce dei suoi occhi, lo hai fatto redimere e gli hai permesso di imparare ad esprimersi liberamente. Così tanto che, per dirti che è finita, ti rutta in faccia dopo una cena al McDonald’s sotto casa, lasciandoti sola con un pungente odore di cipolla e la convinzione che, sotto sotto, sia rimasto la bestia che era.
  • IL BELLO E IMPOSSIBILE: lui è il tipico rubacuori, ha tutte le armi necessarie per far cadere le donzelle sole e impaurite: sguardo che conquista, capelli fluenti e fisico da atleta. Ci fa sognare in grande, ci fa vedere il mondo portandoci via dalla nostra vecchia torre di brutte esperienze e vecchi ricordi, ci promette una vita da regine… salvo poi lasciarci durante una cena a lume di candela prima di arrivare al dolce e con il conto da pagare. Ladro.
  • L’UOMO PERFETTO: credevate che non esistesse? Ricredetevi, signore. Se avete colto le citazioni dei punti precedenti, non vi sarà difficile scovare l’uomo dei vostri sogni. Basterà cercarlo tra i principi di cartoni animati più recenti, come Frozen, Ribelle, Oceania. Come dite? Lì non ci sono principi?
    Appunto.