adesso!

Diario di una domatrice di coglioni: i morti di fica

morti di fica
A me non preoccupa che tu abbia condiviso la mia Foto col Culo scoperto:
non sono nata ieri e metto in conto le Conseguenze di ogni mia Azione;
non mi tange neppure che tu abbia meschinamente messo delle impostazioni affinché io non possa vedere chi tu sia né i Commenti tuoi e dei 4 Segaioli come te, tanto, più che qualche Volgarità da Sottosviluppati
e frasi tipo:
“le farEI, la metterEI, le sfonderEI, le romperEI…EI…EI…EI…”,
non potrete mai elaborare.
Esibizionista come sono potrei anche affermare che cose del genere le do per scontate e, in fin dei conti, potrebbero anche andarmi bene: ho un Uomo sicuro di sé che se si ingelosisce lo fa per Ragioni serie, non certo per i Morti di Fica che bazzicano sui Social,
anche perché sa benissimo cosa penso a riguardo e sa che sono una Persona sana, appagata e comunque con Gusti precisi,
sa perfettamente che tipo di Uomo potrebbe “distrarmi” e non sei certo tu, povero Coglione.
Quello che mi preoccupa dei Morti di Fica, invece, è il tipico comportamento di quegli omuncoli complessati ed impauriti dall’altro Sesso,
quelli che quando una Donna viene torturata, stuprata, calpestata, uccisa dicono “se l’è meritato”, quelli che in fondo in fondo invidiano il “Coraggio” dello Stupratore di turno,
quelli che presi da soli sono dei frustrati a testa bassa che non sanno neanche reggere uno Sguardo ma dietro una Tastiera si sentono forti dell’Anonimato e condividono la Foto di un Nudo non per il Piacere della Condivisione ma per trovare il Coraggio di offendere e dare sfogo alla propria Impotenza, travestendola da “Maschia Goliardia”.
Vedi, anonimo condivisionista del mio Culo,
neanche una Sega in santa Pace riesci a farti: che trai Piacere soltanto sbattendo nel tuo Immaginario un’inconsapevole Sconosciuta in una Stanza e godere degli Insulti che altre povere bestie come te, sempre un po’ barzotte ma mai con una vera, sana, potente Erezione le sputano addosso.
Eppure ti voglio bene ugualmente, caro, povero ometto sfigato.
Mi piacerebbe ti curassi ma dubito si possa fare nulla.
Lieta di averti per un po’ sollevato dalla tua triste Vita.
Alla prossima e Viva la Fica, quella cosa Calda e Accogliente che tu temi tanto.