italy

Dovrebbe rasserenarti e invece…

Ikea,sereni,moderazione,filosofia,Svezia,Italia

Non bastava più la filosofia danese, ora anche quella svedese ci deve far capire quanto noi italiani siamo isterici.

Basta sfogliare un catalogo Ikea per capire quanto siamo lontani dall’idea di pacatezza nord europea: uno scialle di lana, il gatto che si acciambella, una candela accesa, una cioccolata calda e oplà, lassù sono felici.
In una parola sola: moderazione.

Noi no. Noi ci incazziamo, sbraitiamo, ci insultiamo, ci picchiamo anche. Moderazione, calma, equilibrio non sappiamo nemmeno cosa siano.

Il gatto lo cuciniamo con le patate, una cioccolata in tazza non è sufficiente, lo scialle di lana a tu’ nonna!

Siamo sempre di corsa, in affanno, le nostre case sono un casino unico, il tempo di sorseggiare una tisana alla cannella non ce lo abbiamo, i nostri figli non colorano sereni e pacati, ma smontano tutto, menandosi fra di loro.

Ma che poi, cosa ci sarà da stare calmi, che hanno poco sole e fa un freddo porco? E qua, in un Paese dove non funziona nulla? Dici che mi basta indossare uno scafandro di lana lavorato a mano? Fanno presto, loro, con il loro ordine, il loro welfare, la scuola che funziona, tutto per benino, gnè gnè gnè. Qua no. Fa schifo tutto, tutti rubano ai piani alti, figurati a quelli bassi.

E siamo anche stati sconfitti dalla Svezia per l’accesso ai Mondiali. No, basta, quando è troppo, è troppo! E non ditemi di stare calma! Mi hanno fatto venire il nervoso, loro e la loro moderazione.

Ops, ho rovesciato la tisana e ho infilzato il gatto con i ferri da calza, mentre cercavo di fare uno scialle…

Lo vedi? Non funziona.

Ikea,sereni,moderazione,filosofia,Svezia,Italia

Non bastava più la filosofia danese, ora anche quella svedese ci deve far capire quanto noi italiani siamo isterici.

Basta sfogliare un catalogo Ikea per capire quanto siamo lontani dall’idea di pacatezza nord europea: uno scialle di lana, il gatto che si acciambella, una candela accesa, una cioccolata calda e oplà, lassù sono felici.
In una parola sola: moderazione.

Noi no. Noi ci incazziamo, sbraitiamo, ci insultiamo, ci picchiamo anche. Moderazione, calma, equilibrio non sappiamo nemmeno cosa siano.

Il gatto lo cuciniamo con le patate, una cioccolata in tazza non è sufficiente, lo scialle di lana a tu’ nonna!

Siamo sempre di corsa, in affanno, le nostre case sono un casino unico, il tempo di sorseggiare una tisana alla cannella non ce lo abbiamo, i nostri figli non colorano sereni e pacati, ma smontano tutto, menandosi fra di loro.

Ma che poi, cosa ci sarà da stare calmi, che hanno poco sole e fa un freddo porco? E qua, in un Paese dove non funziona nulla? Dici che mi basta indossare uno scafandro di lana lavorato a mano? Fanno presto, loro, con il loro ordine, il loro welfare, la scuola che funziona, tutto per benino, gnè gnè gnè. Qua no. Fa schifo tutto, tutti rubano ai piani alti, figurati a quelli bassi.

E siamo anche stati sconfitti dalla Svezia per l’accesso ai Mondiali. No, basta, quando è troppo, è troppo! E non ditemi di stare calma! Mi hanno fatto venire il nervoso, loro e la loro moderazione.

Ops, ho rovesciato la tisana e ho infilzato il gatto con i ferri da calza, mentre cercavo di fare uno scialle…

Lo vedi? Non funziona.