italy

Quando l’amica si fidanza

Quando l’amica si fidanza c’è un momento di felicità apparente, il cuore è felice perché la vedete contenta, spensierata e leggera ma la mente dice tutt’altro. Iniziate a pensare che non ci saranno più le 5 del mattino sbronze sulle scale di qualche portone, non ci saranno più i film sul lettone quando fuori piove, insomma iniziate a capire che il vostro rapporto cambierà. Mentre la vostra mente viaggia, vi risvegliate solamente al suono “Pensavo di presentartelo!” abbozzate un “emm si certo, volentieri” (il volentieri potevate risparmiarvelo)

Sabato sera.

Li vedete arrivare mano nella mano, lei super sorridente lui pure un po’ imbarazzato.

Lo squadrate, lo studiate, lo analizzate, “carino dai” ma tanto può essere bello quanto vuole che non sarete mai soddisfatte dell’acquisto della vostra amica, perché se non la vedete accanto con Stefano Accorsi non siete contente.

Presentazioni.

– Lei è Laura –

– Ho sentito tanto parlare di te –

Questa frase mi irrita, ma perché non gozzovigliate alla greca anziché parla di me? Che ne so.. Andate all’Ikea, andate al parco, ma che devi dirgli di me?

02.33

Chiacchiere e birrette, cerco di ritagliarmi degli spazi per parlare DA SOLA con la mia amica ma niente non c’è verso.

– No perché sai sono andata ad un colloquio e praticamente.. –

Arriva lui, lingua in gola a lei

– Dicevi? –

– No niente tranquilla –

– Non stavi parlando del colloquio? –

Penso che magari è capitato una volta, magari non si è accorto che stavamo parlando, magari sono i primi periodi.

– Sì, il colloquio.. e niente sono andata in questo studio fighissimo, loro mi sembravano… –

Lingua in gola Vol. II.

Machecazzo ma allora è un vizio.

Cerchi di rimanere calma, di non fare facce strane, rilassati. La tua amica è fidanzata con un coglione, ma non ci pensare. Respira.

Il giorno dopo.

– Come ti è sembrato? Ti piace? –

Siete divise in due, una parte vorrebbe dire: stai con un cretino maleducato succhia lingua, non è manco Stefano Accorsi! (era perdonabile se no) quindi di che parliamo?

Ma poi pensate, è single da un po’, ha avuto solo storie con pezzi di merda, finalmente ha trovato uno che la fa stare bene..come potete dirle quelle cose? –

– Moltissimo, simpatico, alla mano, tenero, si vede che ci tiene, educatissimo –

– Davvero? –

– Sì sì, molto carino..ha un po’ di Stefano Accorsi eh –

– Vero? Anche secondo me… –

– Si uguale proprio…e lui che dice? –

– Non te la prendere, ma così a pelle…che sei un po’ tirata..ma perché non ti conosce –

Respira. Laura respira.

Io sono stata gentile ho cercato di capire, di interpretare, ho cercato di essere comprensiva e tu, senza se e senza ma, mi dici che sono tirata? Bene caro Stefano Accorsi dei miei stivali, l’hai voluto tu, che la terza guerra mondiale abbia inizio.

Attacchi il telefono e pensi che Timon e Pumba avevano proprio ragione ma al contrario: “il nostro duo, diventerà un trio”. Maledizione.Quando l’amica si fidanza c’è un momento di felicità apparente, il vostro cuore è felice perché la vedete contenta, spensierata e leggera ma la mente dice tutt’altro.
Iniziate a pensare che non ci saranno più le 5 del mattino sbronze sulle scale di qualche portone, non ci saranno più i film sul lettone quando fuori piove, insomma iniziate a capire che il vostro rapporto cambierà.
Mentre la vostra mente viaggia, vi risvegliate solamente al suono “Pensavo di presentartelo!” abbozzate un “emm si certo, volentieri” (il volentieri potevate risparmiarvelo).

Sabato sera.
Li vedete arrivare mano nella mano, lei super sorridente lui pure un po’ imbarazzato.
Lo squadrate, lo studiate, lo analizzate, “carino dai” ma tanto può essere bello quanto vuole che non sarete mai soddisfatte dell’acquisto della vostra amica, perché se non la vedete accanto almeno a Stefano Accorsi non siete contente.

Presentazioni.
– Lei è Laura –
– Ho sentito tanto parlare di te –
Questa frase mi irrita, ma perché non gozzovigliate alla greca anziché parlare di me? Che ne so… Andate all’Ikea, andate al parco, ma che devi dirgli di me?

02.33
Chiacchiere e birrette, cerco di ritagliarmi degli spazi per parlare DA SOLA con la mia amica ma niente non c’è verso.
– No perché sai sono andata ad un colloquio e praticamente… –
Arriva lui, lingua in gola a lei
– Dicevi? –
– No niente tranquilla –
– Non stavi parlando del colloquio? –
Penso che magari è capitato una volta, magari non si è accorto che stavamo parlando, magari sono i primi periodi.
– Sì, il colloquio… e niente sono andata in questo studio fighissimo, loro mi sembravano… –
Lingua in gola Vol. II.
Machecazzo ma allora è un vizio.
Cerchi di rimanere calma, di non fare facce strane, rilassati. La tua amica è fidanzata con un coglione, ma non ci pensare. Respira.

Il giorno dopo.
– Come ti è sembrato? Ti piace? –
Siete divise in due, una parte vorrebbe dire: stai con un cretino maleducato succhia lingua, non è manco Stefano Accorsi! (era perdonabile se no) quindi di che parliamo?
Ma poi pensate, è single da un po’, ha avuto solo storie con pezzi di merda, finalmente ha trovato uno che la fa stare bene… come potete dirle quelle cose? –
– Moltissimo, simpatico, alla mano, tenero, si vede che ci tiene, educatissimo –
– Davvero? –
– Sì sì, molto carino… ha un po’ di Stefano Accorsi eh –
– Vero? Anche secondo me… –
– Si uguale proprio… e lui che dice? –
– Non te la prendere, ma così a pelle… che sei un po’ tirata… ma perché non ti conosce –

Respira. Laura respira.
Con un coglione così non ci starà molto. Sarete libere per la settimana bianca.