europe

Il lunedì della mocciosa

Hai presente quando stai attraversando il supermercato barcollando sotto il peso di due borse pesantissime e hai il cavallo dei pantaloni che ti scende e rischi di far vedere il perizoma tutto pizzuto che hai indossato la sera prima e che per pigrizia non hai sostituito con le dovute mutande bianche di cotone e contemporaneamente inizia a sgocciolarti il naso e tu cerchi con la lingua di fermare il moccio prima che ti sbavi tutto il mento e sei arrivata alla scala mobile per scendere al parcheggio e preghi che nessuno ti guardi o ti riconosca?
«MACIAAAAAO!!!»
E ci sono tre mamme della scuola piantate davanti a te e tu non sai cosa fare quindi sorridi e gridi: «BACI BACI BACI».

E passi oltre noncurante sperando che non leggano l’etichetta del perizoma e non notino il muco rappreso tra mento e collo del pellicciotto In puro “rat musquè”, trafelata da far paura?

Ecco.
Il mio lunedì in sintesi.