adesso!

Mark Caltagirone non esiste. E anche io non mi sento troppo bene

mark caltagirone non esiste

Nella mia vita avevo alcune certezze: il sole che sorge al mattino, l’eterno durare dell’uomo Conad, l’amore di Sandra e Raimondo e la sincerità di Pamela Prati. Speravo non si sarebbero sgretolate a poco a poco, ma la vita a volte sa essere beffarda. Dopo la sostituzione dell’uomo Conad, la notizia che Mark Caltagirone non esiste comincia a farmi vacillare.

Un’Italia shockata, un’interpellazione parlamentare, un paese in ginocchio. E io quasi a lutto per la notizia rimbalzata da poco. Mark Caltagirone non esiste.

E il mondo non sarà più lo stesso.

Qui un riassunto per i più distratti:

A inizio maggio Pamela Prati, ex show girl del Bagaglino quasi sessantenne e quasi dimenticata dalla tv italiana, riappare con una notiziona. “l’8 maggio mi sposo con Mark Caltagirone. Ho adottato 2 figli e visto che l’Italia non è un paese per ballerine 60enni che vogliono ancora un loro spazio nel mondo dello spettacolo, me ne vado in Albania”.

E fin qui avevo retto.

Da quel momento Pamelona è stata ospite in un sacco di salotti tv. Molti dei quali (forse tutti) a marchio Mediaset.

La vuole la D’Urso, se la contende Verissimo. La mattina a mezzogiorno e pure la sera, come la pillola della pressione. Bastava fare zapping tra il 5 e il 6 per ritrovarsi la Prati a parlare del matrimonio che si sarebbe dovuto celebrare l’8 maggio.

Ma dopo la fatidica data, con un’attesa che manco il giorno delle nozze di Lady D, Pamela Prati ci stupisce.

Nel momento culminante, nel finale travolgente mmiez’a tutta chella gente, se fumarono a Mark Caltagirone.

Il matrimonio non si fa più. E tutti oramai a domandarsi: ma Mark Caltagirone esiste?

 

“Certo che sì” dice la sposa. Ma dove sta Mark? O maronna mia, iammul’ a truvà con la banda in testa.

E infatti con la banda in testa è continuato il meraviglioso carosello di ospitate, sedute, rialzate e risedute a Pamela Prati.

E tutti a chiederle dove sta Zazà. E lei a piangere. Ad alzarsi e andarsene. A tornare a sedersi.

E giurare che Mark Caltagirone c’è.

Un po’ come la moglie del tenente Colombo. Un po’ come Elena Ferrante. O Charlie delle Charlie’s Angels. Anche se devi accontentarti di Bosley, non lo vedi ma c’è. Esiste.

E Mark C’è. Come Silvio. Come l’uomo del monte che lo vedi di spalle ma è lì.

Ha un profilo facebook. Qualcuno (si dice) ha visto le sue foto sul cellulare della Prati. Qualcuno ha sentito la sua voce al telefono.

Testimoni affidabili per la loro serietà e sobrietà come Malgioglio dichiarano che “Sì, Mark c’è!”

E invece no. Come un macigno la notizia ieri.

A campagna elettorale chiusa, quando finalmente in tv si poteva parlare di altro.

Mark Caltagirone non esiste. Ma all’insaputa di Pamela. Che era convinta che esistesse fino a giusto un secondo fa.

“Sono stata plagiata dalle mie agenti – dice – ma io ci avevo creduto”.

Aveva concordato tutto, fidanzamento, matrimonio, adozione e residenza oltralpe in modo virtuale dice Pamela. Scambi di foto, messaggi, flirt via chat.

Un po’ come quando Alberto Sordi, bello onesto e emigrato Australia voleva sposare compaesana illibata.

E infatti anche lì la ragazza viene ingannata con una foto che non era del futuro marito. Ma almeno lì il matrimonio si fa. E poi erano Sordi e Cardinale.

Mark Caltagirone non esiste e si spettegola che la Prati abbia un mare di debiti.

Ma lei dice di no. E’ tutto falso. Tranne Mark ovviamente.

E infatti sostiene che credeva fino a ieri che Mark esistesse. E chiede di essere creduta.

Plagio o non plagio, rumors dicono che ogni seduta in un salotto Tv volavano 50mila euro nelle tasche della soubrette.

Ma non è questo quello che conta.

Quello che conta è che Mark Caltagirone non esiste. E io sto male come Pamela ad averlo scoperto.

Come ho fatto a non averlo capito prima, cavoli!

Filava tutto liscio. Era un amore da favola. Certo a distanza, ma che vuol dire? Anzi proprio per quello bellissimo.

Come farò ora che Mark Caltagirone non esiste?

Crederò più nell’amore?

Ci vorrà del tempo per superarlo.

Ma per fortuna c’è Netlfix che sta preparando la serie. Magari in quel caso lo faranno pure vedere.

Magari affideranno la parte a qualche attore importante, tipo Brad Pitt. E quella forse sarà la giusta conclusione a questa triste storia.