italy

Meteo Alert o consigli della nonna?

 

Weather Linux

Spett. IlMeteo,

Io ti amo.

Dalla prima volta che mia nonna mi disse “Copriti” e io non mi misi la canottiera e presi una bronchite.

O quella volta che nonna mi disse “Portati l’ombrello”, io non lo presi e a momenti affogo in mezzo a una piazza, per dire quanto pioveva.

O quando nonna diceva “Mi fa male il ginocchio, mi sa che cambia il tempo” e io mi ritrovavo in pieno XVII secolo.

Effettivamente, dopo aver ucciso e sezionato quella porta sfiga della nonna, le cose sono andate meglio.

Ma, da allora, sono sempre stata attenta al meteo.

Seguivo i vari colonnelli in tv oppure mi frantumavo le scatole sentendo Isoradio, pur di sentire le previsioni del tempo e poter dire, estasiata: “Ah, ecco, vedi…”.

Chi prevedeva il tempo era, ai miei occhi, uno sciamano.

E sapessi le volte che ho messo davanti alla tv dei piccoli sacrifici (cibo, latte, un passerotto, una vergine sgozzata) per propiziarmi le divinità del meteo.

Poi, sei arrivato tu.

IlMeteo.

Online, sempre. Tutto per me.

Ho scaricato la app ed è stato come essere io, la divinità!

Così, quando mi hai detto: “Vuoi ricevere gli alert sul tuo smartphone?” ho risposto “SÌ”.

Sì.

Per il Dio del Meteo, SÌ!

E gli alert sono arrivati.

“Attenzione! Previsti temporali nel pomeriggio!”.

Santa Radegonda, se lo dice IlMeteo sarà grave. Mi ha mandato un alert, addirittura. A me! In persona!

Ho fatto provviste, sono corsa a casa, ho chiuso serrande, porte e tavoletta del cesso, ho abbrancato il gatto e ho atteso la Fine del Mondo.

Due gocce.

Poi mi è arrivato un altro alert “Vento FORTE in arrivo dalla Finlandia”.

FORTE. Maiuscolo.

Dalla Finlandia.

Che io massimo sono arrivata a Sondrio.

Fai provviste, vai a casa, serrande porte etc., prendi il gatto, aspetta.

Fa più vento mio marito quando scoreggia.

A luglio, un altro alert mi ha devastato: “ATTENZIONE! In arrivo Caronte, temperature fino a 30 gradi. E poi arriverà Lucifero”.

Caro IlMeteo, avevi proprio ragione.

Mi ero scordata di un fatto essenziale: d’estate, fa caldo.

Grazie per avermi avvertita.

Metti che lo avessi scordato e fossi uscita –che so?- con piumino d’oca e manopole al 16 di luglio!

Sarei morta!

Grazie.

Ma il massimo lo hai raggiunto l’altro giorno, a riprova di quanto tieni a me.

 

“ALLERTA per forti venti e mareggiate intense!”

IlMeteo?

Milano. Sto a Milano.

E i casi sono due.

O la mareggiata è così forte da arrivare in Piazza Duomo e allora si chiama FineDiMondo.

Oppure spari fuori alert a caso e, in questo caso, perché non prendi gli alert e te li metti nel culo stai più attento?

Sempre tua.