italy

Consigli per uno stupro

Mi rivolgo a voi, veri uomini vili, quelli che devono lavorare in branco per darsi il coraggio che spesso, da soli non hanno.

Non so se analizzate prima le vittime a tavolino, o se agite d’istinto, come le bestie. A dire il vero gli animali non fanno come voi, lo stupro è una prerogativa umana, dei maschi, vili ma maschi.

Dunque dicevo, tutto sta nello scegliere la vittima giusta, quella che davanti al giudice si imbroglia, si emoziona, fa lunghi silenzi. Insomma andate sul sicuro: una poco capace di intendere e volere, ma apparentemente a posto. Una anoressica, piuttosto che una border line, magari un po’ tossica, così le potete offrire una dose.

Ahhhaahahhha…ricordate quando le madri dicevano alle vostre sorelle: non accettare caramelle dagli sconosciuti? Ecco un’altra buona idea: proprio con le caramelle, se avete il coraggio, potete adescare una bimba. Ovvio non troppo piccola, ma una preadolescente un po’ svampita che al momento opportuno, sola soletta, farà un racconto pieno di inesattezze.

Insomma, avete capito, l’importante è che sia una femmina in situazione di debolezza. Dai, su, che vi volete divertire. Se poi questo agnellino si rivelasse una belva che reagisce, vi dovete regolare. Se sembra abbastanza isterica state a posto: dite che è una matta. Se no, male che va, la abbattete e poi qualcosa vi inventerete.

Basta che ad esempio, dite che vi è presa una tempesta emotiva, con un bravo avvocato vi fate solo qualche annetto.

Ma, qui lo dico e qui lo nego, se ci riuscite, stupro ed assassinio è il massimo dell’adrenalina.

Non vi ho detto della solita, sempre buona, carta da giocare: la parola sua contro quella vostra. Non siete stupidi, questo lo sapete, e anche che lei era consenziente perché zoccola. Se non proprio zoccola, basta che indossi un vestiario provocante, l’opinione pubblica vi aiuterà perché dirà che se l’è cercata.

La zoccola ha fatto un po’ il suo tempo ma, declinata bene, è sempre un evergreen.

Ad es., voi siete giovani, ma nel delitto per stupro al Circeo di 40 anni fa (no, non pensiate che sia passato troppo tempo, per queste cose non cambia mai niente), dicevo, in quello stupro con omicidio brutale si discusse a lungo se i rapporti orali si potessero imporre…

Beh, ragazzi vili, non posso dirlo esplicitamente ma vi ho dato un’altra buon idea, i rapporti orali! Eh, lo so, già vi state eccitando, vero?