italy

Cosa si nasconde dietro a un due di picche?

due di picche, femmine, maschi

Differenza fra due di picche femminile e maschile:

Femmine:

– Ti vedo più come un amico (sei noiosissimo ma sai ascoltare, nelle serate tristi ti racconterò di come il tuo migliore amico mi sbatteva al muro)

– Ho la testa altrove in questo momento (ma ti sei visto? Non intendo soltanto l’aspetto fisico che vabbe’, ma la tenuta da nerd, il marsupio in estate e il borsello della Colmar d’inverno, i pinocchietti, la maglia della polo alzata quando vuoi fare il figo. Bocciato!)

– Il problema non sei tu, sono io (che non sopporto quelli che toccano le tette come se fossero pasta per la pizza e baciano coi denti fuori e la lingua moscia, metti un po’ di testosterone nelle pomiciate, cazzo!)

– Non sono ancora pronta, esco da una storia complicata (se ti sentissi quell’alito di cloaca che hai capiresti, lavati i denti dopo aver mangiato, che fra gli incisivi hai ancora le pastarelle della prima comunione, e scuotiti la forfora, che oltre a non saper scopare sei unto e sembra che sulle spalle tu abbia la famosa nevicata del ’56)

– Il lavoro mi stressa, esco alla sera dall’ufficio che sono distrutta (la missionaria falla con la tua ex, che si è scopatata mezzo isolato compreso tuo fratello e si accontenta anche delle zucchine dell’orto di suo nonno)

– Ho il cuore congelato, troppa paura di innamorarmi (puzzi, non oso immaginare cosa troverei se ti aprissi la patta dei pantaloni, e poi mangi con la bocca aperta che ti si vedono le tonsille, rutti che manco un tedesco a ottobre dopo 6 pinte di birra, le basi proprio)

– Non posso. Sai, i figli da tirare su, il mio ex marito che mi implora di tornare insieme (hai idea di cosa sarebbe per una donna convivere con uno che arriva sempre in ritardo, che si scorda le chiavi ovunque, se scopi come magni non arrivi a 2 minuti)

Maschi:

– Ti vedo più come un’amica (sei senza culo)

– Ho la testa altrove in questo momento (sei senza tette)

– Il problema non sei tu, sono io (sei senza culo)

– Non sono ancora pronto, esco da una storia complicata (sei senza tette)

– Il lavoro mi stressa, esco alla sera dall’ufficio che sono distrutto (sei senza culo)

– Ho il cuore congelato, troppa paura di innamorarmi (sei senza tette)

– Non posso. Sai, i figli da tirare su, la mia ex moglie che mi implora di tornare insieme (sei senza culo)

due di picche, femmine, maschi

Cosa si nasconde dietro un due di picche

Differenza fra due di picche femminile e maschile:

Femmine:

– Ti vedo più come un amico (sei noiosissimo ma sai ascoltare, nelle serate tristi ti racconterò di come il tuo migliore amico mi sbatteva al muro)

– Ho la testa altrove in questo momento (ma ti sei visto? Non intendo soltanto l’aspetto fisico che vabbè, ma la tenuta da nerd, il marsupio in estate e il borsello della Colmar d’inverno, i pinocchietti, la maglia della polo alzata quando vuoi fare il figo. Bocciato!)

– Il problema non sei tu, sono io (che non sopporto quelli che toccano le tette come se fossero pasta per la pizza e baciano coi denti fuori e la lingua moscia, metti un po’ di testosterone nelle pomiciate, cazzo!)

– Non sono ancora pronta, esco da una storia complicata (se ti sentissi quell’alito di cloaca che hai, capiresti! Lavati i denti dopo aver mangiato, che fra gli incisivi hai ancora le pastarelle della prima comunione, e scuotiti la forfora, che oltre a non saper scopare sei unto e sembra che sulle spalle tu abbia la famosa nevicata del ’56)

– Il lavoro mi stressa, esco alla sera dall’ufficio che sono distrutta (la missionaria falla con la tua ex, che si è scopatata mezzo isolato compreso tuo fratello e si accontenta anche delle zucchine dell’orto di suo nonno)

– Ho il cuore congelato, troppa paura di innamorarmi (puzzi, non oso immaginare cosa troverei se ti aprissi la patta dei pantaloni, e poi mangi con la bocca aperta che ti si vedono le tonsille, rutti che manco un tedesco a ottobre dopo 6 pinte di birra, le basi proprio)

– Non posso. Sai, i figli da tirare su, il mio ex marito che mi implora di tornare insieme (hai idea di cosa sarebbe per una donna convivere con uno che arriva sempre in ritardo, che si scorda le chiavi ovunque, se scopi come magni non arrivi a 2 minuti).

Maschi:

– Ti vedo più come un’amica (sei senza culo)

– Ho la testa altrove in questo momento (sei senza tette)

– Il problema non sei tu, sono io (sei senza culo)

– Non sono ancora pronto, esco da una storia complicata (sei senza tette)

– Il lavoro mi stressa, esco alla sera dall’ufficio che sono distrutto (sei senza culo)

– Ho il cuore congelato, troppa paura di innamorarmi (sei senza tette)

– Non posso. Sai, i figli da tirare su, la mia ex moglie che mi implora di tornare insieme (sei senza culo e senza tette).