adesso!

Cronaca di un’aspirante runner: la resa

aspirante runner
Sono arrivata.
Ho finito il training. Oggi è non è un giorno qualsiasi, oggi è IL GIORNO.
Oggi devo sentire la voglia, l’entusiasmo. Oggi devo aver capito che correre mi rilassa, mi diverte, mi esalta.
Non lo faccio solo per perdere peso.
Non lo faccio solo per dimostrare che non lascio le cose a metà.
Non lo faccio solo per autorizzarmi a mangiare il pandoro con la crema di mascarpone.
Oggi, secondo la runner app, secondo Enrica, secondo i ricci sodi di Claudia, secondo tutte le testimonianze lette nei siti di esaltati runner io sentirò il brivido, la voglia irresistibile di raggiungere il traguardo, il bisogno di superarmi.
Chiudo gli occhi e respiro, sento il mondo pulsare intorno a me, sento le gambe, mi concentro sulle braccia, le spalle, il battito del cuore, il respiro di Rocky Balboa…
Oggi io abbraccio una forma mentis, quella del benessere, quella dell’atleta.
Ma oggi ci sono 2 gradi.
E quindi niente.
Ricomincio domani.