rubriche

dal Diario del Lato fragile di un Uomo forte.

uomo fragile e forte

Uomo è mio Marito,
che si è innamorato di me
e ne ha affrontato le Conseguenze
lasciando una Moglie bella e per bene
ma che non amava più,
ed ha lottato tanto per restare comunque un punto di riferimento per Lei
ed un Padre presente ed affettuoso per la Figlia.

Ha affrontato la mia Malattia
mentre tanti, troppi Uomini abbandonano
le loro Compagne a sé stesse non riuscendo a reggere tutti i forti Disagi che un Tumore ( specie così aggressivo ) comporta: è Difficilissimo mantenere Calma e Lucidità in certe Condizioni così estreme.

Ho saputo soltanto dopo che piangeva di nascosto o con i nostri Amici più fidati
(Grazie, Luca e Massimo)

mentre mi rassicurava con un Sorriso convinto e gli Occhi a Cuore
“ce la faremo”

ha sopportato i miei Capricci, i miei Sbalzi d’umore, il mio Egoismo, il mio Allontanamento dovuto, me ne rendo conto adesso, alla Paura di morire;
come se andando via lo potessi far soffrire di meno.
Quanto ero stupida. O forse proprio non c’ero.

Mi ha lasciata crescere insieme a Lui,
prendendo una Bambina viziata e facendone una Donna.

Mi lascia sbagliare, mi guarda volare stando sempre pronto ad afferrarmi ad ogni caduta.

È bello come il Sole, serio, impostato e Buffone solo con chi lo merita.

Un po’ mi ricorda il mio Papà
ma il mio Papà è il mio Papà.

Uomo forte non è chi alza la Voce, offende, insulta, incita alla Violenza.

L’Uomo lo riconosci da come si comporta con i più deboli,
dalle Decisioni che prende in Situazioni insostenibili,
dal Male che potrebbe ma non vuole fare,
dalle Parole brutte che potrebbe ma sceglie di non usare.

Un Uomo lo riconosci da una Carezza, da un Sorriso e anche da una Lacrima.

E adesso ditemi il Vostro Concetto di Uomo forte,
perché sinceramente, dai Sondaggi, mi sa che non avete capito un Cazzo.

(ma forse sbaglio io)