europe

Come eliminare le formiche dalla propria casa

trump e le formiche

Sarà capitato a molti con l’arrivo della primavera: apri un armadietto, sposti un mobile, pulisci un davanzale e te le ritrovi lì: odiose bestioline nere, appena risvegliate dal loro letargo invernale, tutte attive e indaffarate.

Già non le sopporti per il fatto che siano operose e contente mentre tu, in questo periodo dell’anno, vorresti solo dormire.

In ogni caso, simpatiche o meno, tu in casa tua non ce le vuoi.

E quindi cominci a pensare a come eliminarle di torno…
Questo che vi illustriamo è il famoso ed efficacissimo “Metodo Trump”.

1.
Il piano di attacco inizia con l’ignorarle. Magari se ne vanno da sole.
Quindi fai finta di non vedere, ti giri dall’altra parte, non le consideri proprio.
Ma quelle mica capiscono che tu le stai ignorando per dare loro la possibilità di andare altrove. Anzi. Continuano a fare imperterrite quel che facevano.

Come se tu non le avessi ignorate!

2.
Allora passi alla seconda opzione: cerchi di convincerle.
«Formichine belle, perché state in questa casa, ce ne sono altre più belle e grandi, sapeste quante briciole lascia in giro il mio vicino di casa…».
Ma niente. Malfidate, come se non avessi parlato.

Stanno lì, non si spostano e, anzi, te le ritrovi ovunque.

3.
Uno e due non hanno funzionato: ritieni che sia il caso di essere meno gentile e di mostrare a queste formichine di merda che tu sei una con la quale è meglio non averci a che fare.
E quindi le minacci.
«Se non ve ne andate compro un formichiere, sapeste che cosa ho fatto a una cimice per molto meno?… Voi non sapete con chi avete a che fare, oggi vado al supermercato e compro il DDT, quando torno non vi fate trovare altrimenti lo uso».

Ma quelle niente. Sorde. 

4.
E allora ‘ste cazzo di formichine cercano proprio la guerra!
Prendi il DDT e glielo scarichi tutto sopra: e vediamo se vi passa la voglia!
Muoiono il gatto, il cane, il criceto, il canarino, il nonno dei vicini di casa e tutte le piante del vicinato.

Ma loro sono ancora lì.

5.
Ma brutte formicazze di merda, stronze che non siete altro: ma posso IO farmi prendere per il culo così da voi?… Vi ho avvertite, non mi avete creduto e allora dovete morire!!!
E allora – VAFFANCULO – sganci una GBU-43/B Massive Ordinance Air Blast bomb (MOAB), quasi 10 tonnellate e la forza di distruggere tutto nel raggio di centinaia di metri.

https://youtu.be/zEcloVfZ7u4

Le formiche non ci sono più. Ma nemmeno il pianeta.

formiche

IMG_5449formiche

Sarà capitato a molti con l’arrivo della primavera: apri un armadietto, sposti un mobile, pulisci un davanzale e te le ritrovi lì: formiche.

Odiose bestioline nere, appena risvegliate dal loro letargo invernale, tutte attive e indaffarate che già non le sopporti per il fatto che siano operose e contente mentre tu, in questo periodo dell’anno, vorresti solo dormire.

In ogni caso, simpatiche o meno, tu in casa tua non ce le vuoi.

E quindi cominci a pensare a come eliminarle di torno…
Questo che vi illustriamo è il famoso ed efficacissimo “Metodo Trump”.

 

1.
Il piano di attacco inizia con l’ignorarle. Magari se ne vanno da sole.
Quindi fai finta di non vedere, ti giri dall’altra parte, non le consideri proprio.
Ma quelle mica capiscono che tu le stai ignorando per dare loro la possibilità di andare altrove. Anzi. Continuano a fare imperterrite quel che facevano.

Come se tu non le avessi ignorate!

 

2.
Allora passi alla seconda opzione: cerchi di convincerle.
«Formichine belle, perché state in questa casa, ce ne sono altre più belle e grandi, sapeste quante briciole lascia in giro il mio vicino di casa…».
Ma niente. Malfidate, come se non avessi parlato.

Stanno lì, non si spostano e, anzi, te le ritrovi ovunque.

 

3.
Uno e due non hanno funzionato: ritieni che sia il caso di essere meno gentile e di mostrare a queste formichine di merda che tu sei una con la quale è meglio non averci a che fare.
E quindi le minacci.
«Se non ve ne andate compro un formichiere, sapeste che cosa ho fatto a una cimice per molto meno?… Voi non sapete con chi avete a che fare, oggi vado al supermercato e compro il DDT, quando torno non vi fate trovare altrimenti lo uso».

Ma quelle niente. Sorde. 

 

4.
E allora ‘ste cazzo di formichine cercano proprio la guerra!
Prendi il DDT e glielo scarichi tutto sopra: e vediamo se vi passa la voglia!
Muoiono il gatto, il cane, il criceto, il canarino, il nonno dei vicini di casa e tutte le piante del vicinato.

Ma loro sono ancora lì.

 

5.
Ma brutte formicazze di merda, stronze che non siete altro: ma posso IO farmi prendere per il culo così da voi?… Vi ho avvertite, non mi avete creduto e allora dovete morire!!!
E allora – VAFFANCULO – sganci una GBU-43/B Massive Ordinance Air Blast bomb (MOAB), quasi 10 tonnellate e la forza di distruggere tutto nel raggio di centinaia di metri.

Le formiche non ci sono più. E nemmeno il pianeta.