italy

Il prontuario delle serie tv. Parte 3

serie tv

Terzo appuntamento con il prontuario delle serie tv. Dopo un po’ di revival vintage come Sex and the city e Lost, oggi parliamo delle “regole” per guardare tre delle serie nuovissime che ho amato di più.

Note
-Il prontuario è sempre aperto ad aggiornamenti.
-Il prontuario non vuole essere un giudizio o una classifica: è solo la lista personale delle cose che finora ho amato di più.
-Alcune serie del prontuario non sono finite
-Il prontuario è soggetto a modifiche e chissà, magari fra altri dieci anni, cambierò idea su tutto.
Tranne su una cosa: Mr Big.
Mr Big vince su tutto. (e, ahimé, pure il mio masochismo, lo so)
Se avete letto la parte 2, saprete di cosa parlo.

Stranger Things

stranger-things-quando-arrivera-terza-stagione-della-serie-netflix-v3-310612-1280x720


Come

Tornate sul divano. Va seguita per bene, in relax, divano, calzettoni di spugna e cappellino con visiera. Stile anni 80. Vi dovete immedesimare.
Se vi sentite troppo giovani per capire di cosa parlo… beati voi.
Cellulare acceso per googlare le canzoni che non conoscete.

Quando
La sera, ma anche il pomeriggio
Da vedere tutta d’un fiato. Prendersi della pause per tirar fuori fazzoletti e commuoversi sulle infinite citazioni a musica anni 80, musicassette e robe che se, di nuovo, vi sentirete troppo giovani per sapere di cosa parlo… beh, in questo caso, poveri voi.

Finale
Né scioccante né noioso. Vi riconcilierete col mondo.
E con gli anni 80.

Effetti collaterali
Potreste appassionarvi al punto da cotonarvi e vestirvi di merda, convinti sia un’ idea buona e originale: non lo è.
Rinunciate. Già visto. Ve ne penitrete.

 

Dark

dark

Esattamente come Stranger Things ma tedesco, tetro, musica ricercata -figa ma preoccupante- niente cappellini con visiera, bambini con l’apparecchio e musica cult. Quindi non guardatelo in totale relax. Non guardatelo la sera: inquietudine a go go.

Effetti collaterali
L’impermeabile giallo del protagonista è l’unico tono di luce e vita dell’intera stagione, vi tornerà in mente la bimba dello spot Barilla anni 80.
Se continuate a non sapere di cosa parlo… beh avete pure un po’ rotto.

 

Black Mirror

black-mirror-logo

 

Come
Col culo in punta di sedia. Del tutto coinvolgente, dalla prima stagione.
Seconda e terza stagione, passerete dal culo in punta di sedia, a stare seduti composti.
La 4… divano. Col cellulare in mano, a cazzeggio. Brutto segno.
Da guardare con partner. A breve scoprirete perché.

Quando
Sempre la sera, ma una puntata alla volta perché vi prenderà la riflessione filosofica e una riflessione filosofica post apocalittica al giorno è sufficiente.

Finale
Il futuro è vicino, è cupo, è automatizzato.

Leggeremo nella mente. Individueremo il partner ideale grazie a una app, potremo controllare i figli seguendoli e vedendo quello che vedono loro, i tweet avranno sempre più potere, potremo riportare in vita la coscienza di una persona morta e infilarla del corpo di un pupazzo o nel nostro stesso cervello, potremo riportare in vita il corpo di una persona che abbiamo perso, potremo vivere in un mondo virtuale, in un videogioco. Gironzolare nel regno dei morti.

Ma nonostante tutto, ci faremo ancora le paranoie se lui guarda un’altra, ci annoieremo allo stesso modo se lui farà un verso fastidioso e spontaneo, avremo ancora ‘l’annoso problema’ di dover fare il caffè la mattina e piuttosto inventeremo un clone per farlo al posto nostro. Ma soprattutto, anche la più robotica, macchinosa e geniale delle invenzioni, come fa esempio un caschetto pieno di lucine blu che trasmette le sensazioni fisiche ed emotive, sarà utilizzabile per tanti scopi.
Ma soprattutto per il sesso.
Gira che ti rigira, è tutto lì. Che magari è grottesco.
O magari è l’ultima cosa umana che ci resterà.
E probabilmente è quello che deciderete di fare invece di finire la quarta stagione che delude. Onestamente.

Effetto collaterale
Se non avete ascoltato il mio consiglio all’inizio, quello di vederla con un partner, non avrete nessuno con cui andare a letto invece di finire la stagione.
E resterete a fissare lo schermo, più o meno così…

croco