italy

Immigrati: quando l’invidia del pene non è donna.

immigrati pene invidia

Venghino, signori, venghino! Venghino in Italia, terra della pizza, terra del sole, del mare, con gli italiani, brava gente, che ti insegnano come distinguere le mele marce!

In Italia, se fai qualcosa di fuori dal comune, sei bollato come strano.

Per esempio:

1.Gli immigrati:

In Italia, se non spari all’immigrato che è venuto a lavorare onestamente nella tua stessa fabbrica, vieni automaticamente marchiato come una “zekka rossa komunistah”! Perché gli immigrati vanno aiutati a casa loro! Ma se è l’ italiano che va all’estero… poverino, sta solo cercando di costruirsi una vita dignitosa.

A patto che non sia una ragazza volontaria in Africa, lì cambia tutto…

2. Le donne:

In Italia, se sei donna e protesti contro un governo omofobo e razzista, SEI UNA PUTTANA.
Se sei minorenne, poi, non solo sei puttana, ma hai anche una forte preferenza per le doti nascoste di quegli omoni grandi, grossi e abbronzati che tanto fanno paura agli italiani.

Io però, un po’ di domande me le faccio. Perché, quando si tratta di ragazze e donne che cercano di far sentire la propria voce, invece di dire “non sono d’accordo”, la si butta sempre, costantemente, sul sesso e sugli stupri? Perché si parla sempre del “pisellone grosso e nero” degli immigrati?

Ma come fate a sapere anche le “misure” degli immigrati? Gliel’avete misurato?

Ma soprattutto, non lo sapete che, a forza di nominare le “doti” degli immigrati, l’unica cosa che ottenete è che ci venga la curiosità? L’invidia è pericolosa…
E non preoccupatevi, però, l’importante è saperlo usare! Anche se dubito che ne siate capaci. Con tutto il tempo che passate a insultare chi non la pensa come voi mi viene da pensare che non facciate tutta questa grande pratica per migliorarvi!

3. Sigmund Freud:

Bè, cosa c’entra in questo elenco Sigmund Freud? C’entra eccome!

Fosse vivo Freud, gli direi un paio di paroline sulla sua teoria dell’invidia del pene. Sigmund, fidati, non sono le donne che si angosciano all’idea di non averne uno, ma certi omuncoli che, a quanto pare, ne fanno un’ossessione!

Ammirate la genialità e il coraggio di questi simpatici burloni!