rubriche

Uomini: crescere e non con queste figure mitologiche

crescere con un fratello maschio

Crescere con un fratello maschio significa accaparrarsi una forchettata di libertà bonus e assorbire punti di vista del sesso opposto, roba che psicologi come Freud, ti rinchiuderebbero a vita nel loro studio per collaborare alla scrittura di saggi sperimentali.

Ci sono consuetudini e gioie maldestre che si collezionano durante la crescita con uno gnomo di uomo che ti forgiano ben bene.

Bambolotti:
Anche se da piccola ci si poteva permettere di avere Ken, tu andavi a rubare l’Action Man di tuo fratello.
Vuoi mettere? Cicatrice sul viso che fa molto vissuto, tatuaggio sul bicipite a testimonianza dell’imperterrita virilità, fisico allenato, sguardo misterioso pronto a scrutare gli orizzonti di nuove sfide… e dulcis in fundo un accenno di pacco.
A Ken, se mettevi i vestiti di Barbie, gli entravano, ho detto tutto.

Flessibilità:
quando eri fuori a giocare e le tue compagne di giochi stavano attente a non sporcarsi il vestitino, tu arrivavi già con le ginocchia sporche e coi grumi di sangue, perché te le eri già fracassate giocando a biglie con tuo fratello. Arrampicarsi o andare a recuperare una pallina da sotto un auto cosa vuoi che sia?
Chiamalo spirito di adattamento o strafottenza, questa cosa comunque serve.

Autodifesa:
no, non è una campagna di sensibilizzazione la mia, ma il voler porgere l’attenzione su una disciplina che si approfondisce natural crescendo con un maschio. Misurarsi ostinatamente in lotte infinite o almeno sino a quando l’urlo della madre fungeva da time-out, comporta un notevole miglioramento delle prestazioni fisiche, quali: riflessi, resistenza muscolare, elasticità e grado di rompimento di palle.

Sicurezza:
crescere con un maschio significa che la notte, anche se hai la tua bambola bella profumata dal nome aristocratico, se viene il drago o il mostro che ti fa paura, lo meni e fai la danza all blacks finchè non vinci.

Sana alimentazione:
Crescere con un uomo come fratello vuol dire mangiare ciò che ami senza rompimenti, non c’è una sorella perennemente a dieta che ti rompe le scatole se ti fai una pizza con tre passate di mozzarella, o decidi di mangiare sia primo che secondo e dolce.
Probabilmente la dieta non sai nemmeno cosa sia.
Il fratello può anzi incentivarti con un “mangia che ti stanno crescendo le tette”.
Visto? Anche accrescitori di autostima.

Moda e outfit:
Crescere con un maschio significa avere sempre un parere sincero: se hai un appuntamento e ti sei messa un vestito che indossato rende quanto un calzino bucato mentre nuoti in mare, tranquilla che te lo dice senza alcun filtro e sfarfallii vari. Ma lo apprezzerai.

Forse il segreto per questi benedetti uomini è spiarli sin da piccoli o semplicemente giocarci assieme, come una volta…

…chi arriva ultimo è un fifone!

 

Meglio genitori asocial, social o social sociopatici?leoni che giocano

Crescere con un fratello maschio significa accaparrarsi una forchettata di libertà bonus e assorbire punti di vista del sesso opposto, roba che psicologi come Freud, ti rinchiuderebbero a vita nel loro studio per collaborare alla scrittura di saggi sperimentali.

Ci sono consuetudini e gioie maldestre che si collezionano durante la crescita con uno gnomo di uomo che ti forgiano ben bene.

Bambolotti:
Anche se da piccola ci si poteva permettere di avere Ken, tu andavi a rubare l’Action Man di tuo fratello.
Vuoi mettere? Cicatrice sul viso che fa molto vissuto, tatuaggio sul bicipite a testimonianza dell’imperterrita virilità, fisico allenato, sguardo misterioso pronto a scrutare gli orizzonti di nuove sfide… e dulcis in fundo un accenno di pacco.
A Ken, se mettevi i vestiti di Barbie, gli entravano, ho detto tutto.

Flessibilità:
quando eri fuori a giocare e le tue compagne di giochi stavano attente a non sporcarsi il vestitino, tu arrivavi già con le ginocchia sporche e coi grumi di sangue, perché te le eri già fracassate giocando a biglie con tuo fratello. Arrampicarsi o andare a recuperare una pallina da sotto un auto cosa vuoi che sia?
Chiamalo spirito di adattamento o strafottenza, questa cosa comunque serve.

Autodifesa:
no, non è una campagna di sensibilizzazione la mia, ma il voler porgere l’attenzione su una disciplina che si approfondisce natural crescendo con un maschio. Misurarsi ostinatamente in lotte infinite o almeno sino a quando l’urlo della madre fungeva da time-out, comporta un notevole miglioramento delle prestazioni fisiche, quali: riflessi, resistenza muscolare, elasticità e grado di rompimento di palle.

Sicurezza:
crescere con un maschio significa che la notte, anche se hai la tua bambola bella profumata dal nome aristocratico, se viene il drago o il mostro che ti fa paura, lo meni e fai la danza all blacks finchè non vinci.

Sana alimentazione:
Crescere con un uomo come fratello vuol dire mangiare ciò che ami senza rompimenti, non c’è una sorella perennemente a dieta che ti rompe le scatole se ti fai una pizza con tre passate di mozzarella, o decidi di mangiare sia primo che secondo e dolce.
Probabilmente la dieta non sai nemmeno cosa sia.
Il fratello può anzi incentivarti con un “mangia che ti stanno crescendo le tette”.
Visto? Anche accrescitori di autostima.

Moda e outfit:
Crescere con un maschio significa avere sempre un parere sincero: se hai un appuntamento e ti sei messa un vestito che indossato rende quanto un calzino bucato mentre nuoti in mare, tranquilla che te lo dice senza alcun filtro e sfarfallii vari. Ma lo apprezzerai.

Forse il segreto per questi benedetti uomini è spiarli sin da piccoli o semplicemente giocarci assieme, come una volta…

…chi arriva ultimo è un fifone!