noi altrove

Oscar, sesso e LaLaLand

oscar e sesso

oscars-2017-624x351

Dice: che te frega dell’Oscar?
Come che me frega?
Me frega.
Me frega dar punto de vista economico, che ner cinema ce lavora un sacco de ggente.
Me frega dar punto de vista dell’innovazione, che ce sta ‘n botto d’effetti speciali e tutto.
Me frega dar punto de vista industriale, che è ‘n volano che fermate proprio.
Me frega dar punto de vista sociale, che er cinema fa viaggia’ l’idee.
E, se permettete, me frega puro dar punto de vista curturale.
‘A curtura,’a ignoranti!
A insesibbili!!
A illetterati!!!
‘A curtura, li mortacci vostra!!!!!!!!!!!!!!
………
…..
No, eh?
Vabbè.
Me frega perché ce stanno i bboni.
Oddio, avevo cominciato già da regazzina ma poco.
Poi so’ cambiate du’ cose.
Primo, Francesco -mi’ marito- s’è invecchiato.
E due, me so’ fatta Scai.
Tredic’anni che c’ho Scai e nun me so’ persa ‘na Notte Dell’Oscar.
Me metto in abito da sera (tuta e mutande larghe) e me la guardo tutta.
L’attore che me piace de ppiù, pe’ quell’anno diventa l’amante mio.
Ner senso che, quanno annamo a letto, chiudo l’occhi e me immaggino che mi’ marito è quello che ha vinto l’Oscar.
Lo fate tutte?
Come me, me sa de no…
Come attaccamo er petting, spengo le luci in sala, parte la Tuentiet Centuri Focs, colonna sonora e giù. Immedesimazione totale.
Tante vorte, passa pure gente coi popcorn.
Un par de militari che sbirciano.
Una che parla ar cellulare che je vorresti urlà: “A signò, e si permette starei a scopà, scusi!”
large
Co’ sto sistema, dar 2004 me so’ fatta:
Aragorn der Signore dell’Anelli (“Tu! Puoi! Passareeee!!”)
Leonardo DiCaprio in De Aviator  (“Faccia del suo peggio, Mr. Hughes.”)
un caubboi di BrocBac Muntain (che sarà pure gay ma er sogno è mio e farò pure come cazzo me pare no?)
Clint Eastwwod che dirigeva Lettere da IvoGgima (“Veloce con quel carrello, veloce, più veloce, aaaaaaaaaaa!”)
Javier Bardem di Non E’ Un Paese Pe’ Vecchi (nessuna frase, che tanto Javier basta che me guarda e me viè ‘no sturbo…)
Brad Pitt ne Er Caso de Bangiamin Batton (“Mortacci tua e chi sei???” Che nun sarà ‘na frase der film ma provatece voi, a trombavve uno co’ ‘na testa de un settantenne ma er corpo de Brad Pitte a 20 anni e poi vojo vede che v’esce dalla bocca.)
un coso azzurro de Avatar (“Non è finita finchè respiro!”)
N’artra vorta DiCaprio in Insepciòn (“Wow. Che accidenti di subconscio hai?”)
Jean DuJardin in De Artist (“E dimmelo che so’ ‘na zoccola!”… Questo ce l’ho messo io, perché che cazzo ne sapevo che vinceva un film muto?)
– Con Giango Unciained, Jamie Foxx e -ovviamente- Leonardo DiCaprio. Insieme. Ignudi (“Signori, avevate la mia curiosità, ma ora avete la mia attenzione.”)
Leonardo DiCaprio di De Uolf Of Uol Stritt (“Come ci si diverte senza strafarmi?”)
Birdman (che anche solo er titolo m’attizzava…)
Revenant (ma no DiCaprio. Direttamente l’orso)
***
Ieri ho visto i pronostici e buttava bbene.
La La Land c’aveva nominasciòn pure pe’ er catering.
Così me so’ messa davanti ar televisore perché c’è una regola: si nun vedo la cerimonia, si nun vedo l’attore premiato, che fa er discorso… nun m’attizzo.
Già me vedevo a chiude l’occhi e daje ggiù co’ Raian Gosling, co’ io ar posto de quella gattamorta de Emma Comesechiama e….
Me so’ addormita.
Come ‘na cojona.
Nun ho visto gnente, zero.
E quindi adesso Raian me fa lo stesso effetto der Capodimonte centrotavolo de pora nonna.
C’ho davanti un anno senza amante.
L’unica cosa è torna’ ai vecchi amori e pensa’ ar capitano. A Totti.
Fortuna che mi’ marito se chiama Francesco.
Armeno, alle brutte alle brutte, je posso dì: “A France’, famme er cucchiaio!”

130437936-dc94349f-2f1f-4485-9bd3-aadf7bb5f9d0

leggi2

https://www.syndromemagazine.com/it/ryan-gosling-esciilpettorale/

oscars-2017-624x351

Dice: che te frega dell’Oscar?
Come che me frega?
Me frega.
Me frega dar punto de vista economico, che ner cinema ce lavora un sacco de ggente.
Me frega dar punto de vista dell’innovazione, che ce sta ‘n botto d’effetti speciali e tutto.
Me frega dar punto de vista industriale, che è ‘n volano che fermate proprio.
Me frega dar punto de vista sociale, che er cinema fa viaggia’ l’idee.
E, se permettete, me frega puro dar punto de vista curturale.
‘A curtura,’a ignoranti!
A insesibbili!!
A illetterati!!!
‘A curtura, li mortacci vostra!!!!!!!!!!!!!!
………
…..
No, eh?
Vabbè.
Me frega perché ce stanno i bboni.
Oddio, avevo cominciato già da regazzina ma poco.
Poi so’ cambiate du’ cose.
Primo, Francesco -mi’ marito- s’è invecchiato.
E due, me so’ fatta Scai.
Tredic’anni che c’ho Scai e nun me so’ persa ‘na Notte Dell’Oscar.
Me metto in abito da sera (tuta e mutande larghe) e me la guardo tutta.
L’attore che me piace de ppiù, pe’ quell’anno diventa l’amante mio.
Ner senso che, quanno annamo a letto, chiudo l’occhi e me immaggino che mi’ marito è quello che ha vinto l’Oscar.
Lo fate tutte?
Come me, me sa de no…
Come attaccamo er petting, spengo le luci in sala, parte la Tuentiet Centuri Focs, colonna sonora e giù. Immedesimazione totale.
Tante vorte, passa pure gente coi popcorn.
Un par de militari che sbirciano.
Una che parla ar cellulare che je vorresti urlà: “A signò, e si permette starei a scopà, scusi!”
large
Co’ sto sistema, dar 2004 me so’ fatta:
Aragorn der Signore dell’Anelli (“Tu! Puoi! Passareeee!!”)
Leonardo DiCaprio in De Aviator  (“Faccia del suo peggio, Mr. Hughes.”)
un caubboi di BrocBac Muntain (che sarà pure gay ma er sogno è mio e farò pure come cazzo me pare no?)
Clint Eastwwod che dirigeva Lettere da IvoGgima (“Veloce con quel carrello, veloce, più veloce, aaaaaaaaaaa!”)
Javier Bardem di Non E’ Un Paese Pe’ Vecchi (nessuna frase, che tanto Javier basta che me guarda e me viè ‘no sturbo…)
Brad Pitt ne Er Caso de Bangiamin Batton (“Mortacci tua e chi sei???” Che nun sarà ‘na frase der film ma provatece voi, a trombavve uno co’ ‘na testa de un settantenne ma er corpo de Brad Pitte a 20 anni e poi vojo vede che v’esce dalla bocca.)
un coso azzurro de Avatar (“Non è finita finchè respiro!”)
N’artra vorta DiCaprio in Insepciòn (“Wow. Che accidenti di subconscio hai?”)
Jean DuJardin in De Artist (“E dimmelo che so’ ‘na zoccola!”… Questo ce l’ho messo io, perché che cazzo ne sapevo che vinceva un film muto?)
– Con Giango Unciained, Jamie Foxx e -ovviamente- Leonardo DiCaprio. Insieme. Ignudi (“Signori, avevate la mia curiosità, ma ora avete la mia attenzione.”)
Leonardo DiCaprio di De Uolf Of Uol Stritt (“Come ci si diverte senza strafarmi?”)
Birdman (che anche solo er titolo m’attizzava…)
Revenant (ma no DiCaprio. Direttamente l’orso)
***
Ieri ho visto i pronostici e buttava bbene.
La La Land c’aveva nominasciòn pure pe’ er catering.
Così me so’ messa davanti ar televisore perché c’è una regola: si nun vedo la cerimonia, si nun vedo l’attore premiato, che fa er discorso… nun m’attizzo.
Già me vedevo a chiude l’occhi e daje ggiù co’ Raian Gosling, co’ io ar posto de quella gattamorta de Emma Comesechiama e….
Me so’ addormita.
Come ‘na cojona.
Nun ho visto gnente, zero.
E quindi adesso Raian me fa lo stesso effetto der Capodimonte centrotavolo de pora nonna.
C’ho davanti un anno senza amante.
L’unica cosa è torna’ ai vecchi amori e pensa’ ar capitano. A Totti.
Fortuna che mi’ marito se chiama Francesco.
Armeno, alle brutte alle brutte, je posso dì: “A France’, famme er cucchiaio!”

130437936-dc94349f-2f1f-4485-9bd3-aadf7bb5f9d0

leggi2

https://www.syndromemagazine.com/it/ryan-gosling-esciilpettorale/