adesso!

Facciamo il punto, le news essenziali dall’inizio dell’anno

anno nuovo incendi australia

L’anno nuovo è iniziato da una settimana.

Facciamo il punto sulle notizie di questi primi sette giorni.

-In Cina si sono toccati i 50° sottozero, con le Guardie Rosse nere dal freddo, i caribù mongoli alla Chaributas a chiedere un pasto caldo e i ristoranti pechinesi “all you can eat” tanto è tutto congelato.

-In Australia si sfiorano i 50 all’ombra (come non succedeva dal 1939), con incendi che si vedono nei giorni sereni anche dalle Tre Cime di Lavaredo e gli australiani tutti in mare a surfare non per sport ma per survive.

-Sulle Alpi nostrane si attendono due metri di neve, valanghe come se valangasse, seggiovie a rischio da cui scendere despaciti , fuggi fuggi di sciatori/ciaspolatorie e maestri di sci bonazzi senza movimenti secsi post lezioni in quota.

-Kim Jong ririminaccia Trump, ma Trump ce l’ha più grosso, è un genio, ha dichiarato guerra all’Iran, all’Iraq e all’Irap (per assonanza), scatenando il panico ad Equitalia e si pettina come cazzo gli pare!

– Teheran risponde con folle oceaniche che gridano “Vendetta” come nei film con Liam Neeson e gli americani disertano il belvedere del Empire State Building toccandosi i coglioni perché “nonsisamai”.

– Erdogan continua a gasare curdi, torturare oppositori, imprigionare opinionisti e menare brontoloni e vuole entrare in Europa per esportarne il franchising.

– Macron vacilla sotto gli scioperi ad oltranza e Brigitte, per sdrammatizzare, sta pensando ad una linea di gilet gialli firmata Hermes.

-La Libia è la solita polveriera a due minuti a piedi dal centro di Siracusa ma a noi che ce ne fotte che abbiamo Di Maio agli Esteri? (A I U T O!)

– E poi ci sarebbero i saldi ma i capi non sono sostituibili, neanche con lo scontrino e l’irruzione dell’FBI al grido di “Avete diritto a restare in silenzio ma cambiate ‘ste culotte!!”

Ma purtoppo io sto vivendo un dramma intimo ben più angosciante che cambierà il destino delle mie prossime ore riassunto in un’eterna domanda:

PERCHE’, PERCHE’ (PORCADIQUELLA!) NON INVENTANO L’ALBERO DI NATALE E IL PRESEPE CHE SI SMONTANO E INSCATOLANO DA SOLI, PERCHE’?