rubriche

Test: Che ascella sei?

Scegli la categoria

ascelle sudore

Il caldo è arrivato e ci permette di esporre la parte più intima e significativa del nostro corpo: l’ascella, questa misteriosa.

Da un’attenta analisi del frutto delle sue amabili secrezioni puoi capire molto di te. Scegli la tua categoria di appartenenza:

– Ascella Grande Muraglia

Compri i vestiti rigorosamente dal cinese e non ti sei mai chiesto perché quella simpatica maglietta col panda rosa e le terga esposte ad altezza ombelico costi solo un euLo e tLenta, non leggi le etichette perché “’cazzo sono? uno stilista?”, non ti interessa quale sia la provenienza di quelle sospette macchie marroni sul bordo del colletto perché “’cazzo sono? Il tenente Colombo?”. In sostanza, ti interessa soltanto che costi un euLo e tLenta.

Sappi che l’acrilico è un’arma di distruzione di massa che trasforma ogni particella di sudore in 3 particelle di Napalm allo stato liquido.

Mai visto Apocalypse Now? Ecco, l’odore di Napalm al mattino piace solo al Colonnello Bill Kilgore.

– Ascella dell’ecologista

Qualcuno ti ha fatto credere che siccome correndo si suda, è inutile stare lì a lavarsi prima di cimentarsi in questa salutare attività. Ad aggravare la situazione ci si mette pure la maglietta tecnica che fa l’effetto palombaro, creando al suo interno il microclima di Marte.

Amico mio, comprendo l’esigenza di salvare il mondo riducendo al massimo il consumo di acqua, ma ti assicuro che usarla per detergersi anche PRIMA dell’attività sportiva non è uno spreco e nessuno dei tuoi amici vegani potrà accusarti di aver tradito la causa.

– Ascella Non ti scordar di me

Tipica delle coppie al supermercato.

Lui e lei non sono mai d’accordo su alcun prodotto, il compagno ha una sua idea precisa pure sul detersivo per i piatti e le fa notare quanto sia sproporzionato il rapporto qualità prezzo dei piatti di carta che lei ha appena scelto. Se ci sono figli al seguito, questi verranno trasportati dall’eccitante frenesia dei simpatici scambi di opinione dei genitori e ne approfitteranno per dare sfogo agli istinti più ancestrali, tipo scalare gli scaffali.

Tutto ciò produce una sudorazione da stress che, per chi ha la sventura di passarti vicino, è la peggiore punizione divina dopo le emorroidi. Consiste in un particolare segnale odorifero che la natura ha predisposto, affinché gli esseri umani possano comunicare ai propri simili una situazione di pericolo, dunque: scappare! Per l’amor del cielo, dove cazzo scappo se ti trovo in fila alla cassa e sono carica di spesa?

– Ascella profumata

Sfoggi un elegante deodorante al profumo di paradiso e sudi, senza lavarti, da 48 ore, pur continuando a emanare un afrore di santità, come descritto sulla confezione del deo 48 ore appunto.

Mi spiace, era la categoria placebo: per testare la tua sincerità.

sudore

 

In realtà ogni deodorante alza la posta della durata solo per accalappiare zozzoni che non hanno un buon rapporto con l’acqua, quindi, se leggi “dura fino a 48 ore” o è un deodorante truffaldino o è Rocco Siffredi.

https://www.syndromemagazine.com/it/sposato-pino-lalbero-credetemi-un-suo-perche/