adesso!

Il primo capello bianco: 6 fasi per affrontarli senza stress

capello bianco

IL PRIMO CAPELLO BIANCO,

eccolo lì, ritto sull’attenti, come una sentinella, a intimare:

Altolà, sono la vecchiaia!

Sarà la genetica, lo stress, l’alimentazione, lo smog, si possono trovare mille possibili colpevoli per questo capello bianco che sormonta la mia testa da un paio di mesi a questa parte, che in maniera spavalda si erge nei suoi appena 4-5 cm di lunghezza, ritto ritto sul mio ciuffo. La discrezione non fa parte del suo carattere: c’è, e si vuole fare notare in tutti i modi, e ci riesce.

Che poi a me i capelli bianchi piacciono pure!

Ammiravo la chioma di una ragazza che vedevo ogni giorno sull’autobus, che portava questi lunghissimi capelli sciolti sulla schiena, attraversati da questi fili d’argento che, a seconda di come batteva il sole, la illuminavano di riflessi lunari.
Ricordo i capelli bianchi cortissimi della mia ginecologa.

Sarà che la facevano somigliare a Sharon Stone, sarà per il fatto che in quel momento quella a non portare la biancheria ero io, ma le conferivano un’aria così seria e autoritaria che, se mi avesse detto che in realtà ero un uomo, non avrei osato contraddirla.

Che poi anche le tanto venerate VIPS hanno sdoganato nel nome dell’hair positivity (figo scoprire che esiste un nome per ogni str…anezza) il capello bianco, la ricrescita, con foto che avrebbero fatto sbiancare le nostre sempre impeccabili e tintissime nonne!

E così vale per tutte le donne che incontro ogni giorno e che proprio mi piacciono per come portano con disinvoltura il proprio imbiancamento, che siano filini decorativi o una intera candida chioma, tranne che per me! Perché i miei capelli bianchi non hanno grazia o autorità?

Perché invece che farmi somigliare a un candido Elfo sembro Crudelia Demon?

Come per ogni cosa nella vita, anche per i capelli bianchi evidentemente ci sono diverse fasi:

  • La negazione:

se non lo vedo, non esiste. Infatti per mesi ho strappato con insistenza quell’unico capello bianco sulla mia testa (non prima di aver accertato su google che la leggenda che il capello bianco è tipo un’Hydra, che se ne strappi uno ne crescono 3, fosse falsa).

  • La sconfitta:

sarà pure una leggenda quella di prima, ma dopo un po’ al primo capello bianco ne sono seguiti altri 2 o tre. Allora ho capito che o rimanevo calva, o dovevo sventolare bandiera bianca in tutti i sensi, e smetterla con lo sradicamento

  • Attesa… della crescita:

Il capello bianco in sé non è un dramma, ma se questo è un pelucchio teso di 3cm che sta ritto sulla testa come una bandiera, allora è decisamente fastidioso, e inoltre credo che sia anche sensibile al proprio umore: infatti più sono nervosa più quello si rizza… che io stia per trasformarmi in una xmen? Magari!

  • Vergogna della vergogna:

ovvero del desiderio impellente che ho di correre dal parrucchiere per farmi una tinta, una cosa naturale, solo una volta, nell’attesa che crescano, in fondo non c’è niente di male no?

  • Mi faccio bionda:

ovvero, visto che ci sono, tanto il mio colore non sarà più lo stesso, perché non farmi un giro in una bella testa biondo platino? Giusto per vedere l’effetto che fa!

  • Sticazzi:

che se li porto come lei, dove devo firmare per avere questi capelli bianchi?