adesso!

Tutte le frasi da NON dire ad una futura sposa

frasi non dire futura sposa

Oggi ho voglia di rispolverare un grande classico.

Se cercate su Google, ne troverete a centinaia, di vademecum sulle frasi da non dire ad una futura sposa.

C’è da dire che, se sono così tanti a scrivere questi articoli, forse il messaggio non giunge molto chiaro a destinazione!

Comunque, ammettiamolo, quando mai troverete un articolo scritto da una futura sposa? Cioè, una in carne e ossa che vi scrive il vademecum proprio mentre pondera seriamente l’ordine in cui smutandare l’immensa fila di gente inopportuna, che decide di dare ossigeno ai denti con commenti non richiesti?

Ecco, appunto.

Quindi, leggete e apprendete. Ovviamente, alcune frasi si possono volgere tranquillamente al maschile, per la par condicio!

  • Oh, ma ti sposi? Ma sei sicura?
  • Ah, beh, lui sta facendo un grande errore! (segue risatina da iena)

Questi fulgidi esempi di tatto e simpatia me li sono sentiti dire più spesso di quanto avrei voluto. Che se hai l’autostima traballante ti fanno pensare qualcosa del tipo “ommioddio, forse trent’anni fa non dovevo muovere quel mio primo passettino!”.

Qui di seguito la risposta che potreste sentirvi dire la prossima volta che fate queste simpatiche sparate: “potrei capire questa tua frase se lui si stesse per sposare con te, spiritosone!”

Ah, che grasse risate! Seriamente, andate a dire queste cafonate a vostra sorella. Che non vi ha dato abbastanza badilate quando eravate bambini, a occhio e croce.

  • Posso venire?

Questa frase non va detta neanche per scherzo. No, no, assolutamente no! Le cose possono andare in diversi modi, ma tutte le strade portano a Roma. Quindi, se la sposa è educata e non vuole discutere troppo, sicuramente vi inviterà, ma con lei avete chiuso. Se la sposa ha modi di fare diretti, vi sbatterà in faccia un NO grande come una casa, che vi passa sopra come un panzer tedesco e con lei avete chiuso. Se la sposa è una stronza vendicativa, vi inviterà con un enorme sorriso, ma al ristorante vi metterà accanto a sua nonna Pina, quella sorda, con un principio di demenza senile, che ama tanto chiacchierare e deve ancora riparare la dentiera che ha rotto nel ’93. E, ovviamente, quella dentiera la sta ancora usando, anzi, ci gioca con sommo gusto! Anche in quel caso, con la sposa avete chiuso.

Insomma, pronunciate questa frase solo se volete rompere i contatti con la sposa! Gli autoinvitati non piacciono a nessuno, lo sanno tutti!

  • Sarebbe il caso di mettersi a dieta, no? Dopotutto devi entrare nel vestito!

Ecco, questa è un’altra frase da evitare in tutti i modi. Non ditela. Se per caso, in un attacco di demenza acuta, la dite, scappate. Ma non come i bambini quando giocano a moscacieca. No, scappate come se doveste salvarvi la vita. Scappate come una gazzella che si ritrova nella tana dei leoni. In ogni caso, vi avviso già: non vi salverete. Lo so io, lo sa qualunque donna a dieta, lo sapete anche voi nel profondo della vostra anima. Con questa frase siete ufficialmente spacciati! Quindi usatela quando vorrete suicidarvi in modo originale!

  • Ma vi dovete sposare proprio quel giorno lì?
  • Ma non avete posti più vicini/più lontani /più suggestivi in cui sposarvi?
  • Inserire frase a caso sulle vostre scelte relative alla celebrazione/pranzo/cena/festa.

Queste frasi vanno a toccare tutte, indistintamente, le scelte personali degli sposi. E la risposta è una sola: fatevi i cazzi vostri. Fidatevi, è una regola d’oro!

  • Ah, no, io non voglio assolutamente sedermi al tavolo con Tizio/Caio/Sempronio! Non ci parliamo più da quando ho scoperto che all’asilo mi ha rubato il pastello a cera!

Capiamoci, amico bello. Mio marito ed io abbiamo passato gli ultimi sei/dodici mesi a fare un elenco invitati, contattare il catering, cercare di capire come sistemare gli invitati senza scatenare guerre nucleari, il tutto mentre decidevamo i vestiti, la location, la macchina, i fiori, lo stile del matrimonio, l’officiante, i testimoni, il fotografo e un sistema per non uccidere tutti. E tu, per un giorno, non puoi sopportare Tizio/Caio/Sempronio, a cui raccontavi i tuoi sporchi segretucci fino a ieri? <carica il fucile a pallettoni>

Gente, la strada per arrivare a quel benedettissimo giorno è ancora lunga.

Per favore, per favore, per favore: non annerite la fedina penale della sposa!